Coronavirus, nuova stretta a marzo: ecco tutte le misure allo studio contro la diffusione delle varianti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Dalle richieste delle Regioni, al piano Speranza, fino alle scuole. Allo studio tre scenari progressivi. La decisione finale è attesa entro il 25 febbraio


Le proposte alle quali il Ministro della Salute sta lavorando sono, come riferisce il quotidiano “La Stampa”, essenzialmente tre: Italia arancione in settimana e divieti nel weekend; la riproposizione del “Modello Natale” con ripetuti lockdown nei fine settimana e tre settimane di stop alle scuole per i più piccoli.

La data chiave è il 25 febbraio, quando scade il divieto di spostamento tra le Regioni e il governo dovrà decidere se prorogarlo con un nuovo provvedimento oppure consentire la libera circolazione in tutto il Paese. Quel giorno si comincerà dunque a delineare la strategia del governo guidato da Mario Draghi per fermare i contagi da Covid 19. E il messaggio che arriva dalle Regioni è già esplicito: modificare, come riportano Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, il sistema di divisione per fasce. Nelle prossime ore potrebbe trasformarsi in un documento da sottoporre allo stesso presidente del Consiglio e ai ministri della Salute Roberto Speranza e degli Affari Regionali Mariastella Gelmini.

Le proposte sono diverse, quella prevalente - che piace a Speranza - ipotizza “l’Italia in fascia arancione per qualche settimana in modo da arginare le varianti”. Tutti chiedono un cambio di passo per evitare continue aperture e chiusure che disorientano i cittadini e penalizzano i titolari delle attività. Consapevoli che l’allarme degli scienziati dopo il monitoraggio di ieri avrà certamente conseguenze: “Le varianti potrebbero far impennare il numero dei contagi, rimanete a casa”.

In questa situazione segnata dalla circolazione di tre varianti del virus - inglese, brasiliana e nordafricana- senza avere la certezza che i vaccini siano davvero efficaci per questo tipo di mutazione, la linea del rigore certamente non sarà abbandonata.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings