Covid, via libera ai vaccini dai medici di base. Intanto preoccupa la variante sudafricana

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Almeno 35mila medici di famiglia in tutta Italia sarebbero già pronti ad effettuare le vaccinazioni nei propri studi/ In Alto Adige cinque comuni in zona rossa per la mutazione del virus


C’è il via libera al protocollo d'intesa nazionale tra medici di famiglia, governo e Regioni che definisce la partecipazione dei medici di base alla campagna vaccinale anti-Covid in corso. L'accordo – riferisce TgCom24 - ha ottenuto l'adesione di tutti i sindacati.

Ed ecco che sono almeno 35mila i medici di famiglia in tutta Italia che sarebbero già pronti ad effettuare le vaccinazioni nei propri studi. È la stima del segretario nazionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale, Silvestro Scotti.

Intanto, l'Alto Adige adotta misure ancora più rigide per il contenimento dei casi Covid, in particolare della variante sudafricana, accertata in diversi comuni, tra cui 5 che entrano in zona rossa da 24 febbraio fino al 7 marzo.
I centri sono Malles Venosta, Lana, San Martino in Passiria, Caines e San Leonardo in Passiria.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto!

 

Change privacy settings