AstraZeneca, Ema: "Benefici superano rischi, nessuna nuova raccomandazione”

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L'Agenzia del Farmaco conferma il proprio giudizio sul vaccino anglo-svedese: “Effetti collaterali rari”


Arriva l’agognato pronunciamento su AstraZeneca. L'agenzia europea del farmaco rassicura sull'utilizzo del vaccino anti-Covid. "I benefici superano i rischi", recita una nota della stessa Ema riportata da TgCom24. E aggiunge: “I casi di trombosi cerebrale "sono effetti collaterali molto rari". AstraZeneca, per cui non sono stati individuati fattori di rischio specifici, viene definito "altamente efficace" nell'evitare i ricoveri in ospedale per coronavirus.

"Non sono stati identificati rischi generalizzati nella somministrazione di questo vaccino, - ha detto Sabine Straus, presidente del comitato di sicurezza dell'Ema Prac, durante l’ultimo briefing - quindi non abbiamo ritenuto necessario emettere raccomandazioni" specifiche per ridurre il rischio.

"Le persone che hanno ricevuto il vaccino – scrive l’Ema - devono cercare immediatamente assistenza medica se sviluppano sintomi di combinazione di coaguli di sangue e piastrine basse […] Il PRAC ha osservato che i coaguli di sangue si sono verificati nelle vene del cervello (trombosi del seno venoso cerebrale, CVST) e dell'addome (trombosi della vena splancnica) e nelle arterie, insieme a bassi livelli di piastrine e talvolta sanguinamento".

Il Comitato per la sicurezza dell'Ema (PRAC) – si legge - ha effettuato un'analisi approfondita di 62 casi di trombosi del seno venoso cerebrale e 24 casi di trombosi venosa dell'addome riportati nel database sulla sicurezza dei farmaci dell'Ue (EudraVigilance) al 22 marzo 2021, 18 dei quali fatali.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings