Il razzo cinese che spaventa l'Italia: possibili frammenti sul Centro-Sud

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Il relitto spaziale viaggia ormai senza controllo, frenato solo dall'atmosfera. Gli esperti ritengono che alcuni detriti potrebbero colpire la Penisola già a metà della prossima settimana, anche se la traiettoria potrebbe subire variazioni


ROMA. I frammenti di un razzo cinese stano per cadere sulla terra come piccole palle di fuoco. Niente fantascienza ma un fenomeno reale che potrebbe verificarsi a metà della prossima settimana. Si tratta dello stadio del razzo cinese Marcia 5B che il 29 aprile ha portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale Tiangong, in caduta incontrollata verso la Terra.

La notizia, riportata da SkyTG24, è confermata dell'Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Isti-Cnr) di Pisa che sta costantemente monitorando le orbite del razzo. Attualmente la caduta potrebbe avvenire nella fascia compresa fra 41,5 gradi a Nord e 41,5 gradi a Sud, che comprende anche l'Italia centrale e meridionale, anche se l’orbita potrebbe subire variazioni. Dopo il lancio lo stadio del razzo è stato abbandonato nell'orbita e da allora non dà più segni di vita. L'unica influenza che riceve è il freno dell’atmosfera che lo sta spingendo verso la terra. 

Già lo scorso anno un componente analogo dello stesso modello del più grande razzo cinese è andato in pezzi nell'impatto con l'atmosfera. I frammenti caddero sull'Africa occidentale andando a colpire alcuni villaggi, senza gravi conseguenze.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings