Bimbo si ferisce all'asilo, indagato il sindaco: scoppia la polemica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

È accaduto a Crema e l'incidente risale all'ottobre 2020. Sul caso interviene l'Anci: "Siamo tutti indagati, se lo Stato non cambia le regole ci costituiremo parte civile"


CREMA. Un avviso di garanzia per responsabilità correlate al ferimento di un bimbo mentre era in custodia dell’asilo comunale. A riceverlo è stata il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, che ha sollevato un caso, destinato verosimilmente a cambiare le attuali norme.

I fatti – si apprende da TgCom – risalgono all'ottobre 2020, quando un bambino resta incastrato con la mano nel cardine di una porta tagliafuoco, procurandosi lesioni da schiacciamento curabili in tre mesi.
Ed ecco che – ha annunciato lo stesso primo cittadino nel corso dell’ultimo Consiglio comunale – la Bonaldi risulta indagata per aver omesso l'installazione di dispositivi idonei ad evitare la chiusura automatica. "Non vi nascondo che questo episodio - ha detto il sindaco - fin dal suo accadere è stato per me fonte di grande avvilimento, lenito solo dal felice esito sanitario. Oggi - ha sottolineato - è anche tempo di porre l'attenzione su un sistema che, a livello nazionale, necessita di interventi e correttivi, invocati anche da autorevoli opinionisti e studiosi in modo trasversale, che aumentino le tutele giuridiche a favore dei sindaci. Se oggi per trovare candidati disponibili è necessario un lunghissimo percorso di persuasione, è perché servire la propria comunità è diventato troppo rischioso".

A farle subito da eco l'Anci che, attraverso il presidente Antonio Decaro, evidenzia la necessità di "liberare i sindaci da responsabilità non proprie", preannunciando: “Con Stefania Bonaldi siamo tutti indagati, se lo Stato non cambia le regole ci costituiremo parte civile".

Il sindaco di Crema ha ricevuto altresì immediato sostegno trasversale da tanti altri colleghi.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings