Reclusa e violentata per mesi da due pakistani

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Ragazza tedesca riesce a fuggire dall’incubo


ROMA. Una giovane ragazza tedesca è riuscita a fuggire dall’appartamento di Roma in cui era stata segregata da due pakistani.

La giovane aveva subìto per mesi violenze, rinchiusa dal suo partner - il quale non aveva precedenti penali - e un suo connazionale, già noto alle forze dell'ordine.

Riporta ‘Il Giornale’ che, nella data del 27 maggio, dopo mesi di reclusione forzata ad opera dei due, la 19enne ha riguadagnato la libertà. In un momento di distrazione dei due aguzzini, la ragazza, in Italia da circa due anni insieme al compagno, è riuscita a scappare e a chiedere aiuto a un passante, che la ha condotta presso il comando della stazione dei carabinieri Cesano di Roma, dove ha denunciato abusi sessuali e altre violenza.

Alla luce della gravità del fatto, i due stranieri sono stati reclusi nel carcere di Rieti: il giudice per le indagini preliminari della Capitale, su richiesta della Procura, ha convalidato l’arresto ed emesso misura cautelare a loro carico.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Le indagini portarono al fermo delle sei persone esecutrici della missione punitiva, mentre fu condannato ai domiciliari l’autore dello stupro, risalente al gennaio 2019.

Change privacy settings