Muore di tumore a 47 anni: sull’epigrafe inciso l'Iban per aiutare la figlia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il male ha avuto la meglio su di lei. Sonia Campagnolo è morta prematuramente, ma si è preoccupata di fare un gesto per sostenere economicamente la figlia 22enne ai fini del raggiungimento della laurea in Giurisprudenza


PADOVA. Sembra la trama di un film, ma è realtà. Una storia di dolore e resilienza che arriva direttamente da Carmignano di Brenta, in provincia di Padova. Qui Sonia Carmagnolo è deceduta a soli 47 anni, stroncata da un tumore a fegato e pancreas. Prima di morire ha pensato ad un gesto per aiutare economicamente la figlia 22enne ai fini del proseguimento degli studi in Giurisprudenza.

Ed ecco che, come riferisce TgCom24 citando il Gazzettino, ha fatto incidere sull'epigrafe l’Iban per ricevere donazioni.
"Il tuo fiore sia un'offerta a sostegno di Lisa": reca scritto la lapide. Poi il codice, con tanto di causale: “In memoria di Sonia", IT96E0103062470000001807112.

“Il legame tra Sonia e la figlia – si legge - è diventato ancora più intenso dopo la separazione dal marito, avvenuta quando la figlia era piccola. La famiglia, di cui fano parte anche i genitori di Sonia e una sorella, non si trova in condizioni di particolare indigenza ma il gesto della 47enne vuole essere un pensiero oltre tutto, l'ennesima preoccupazione di una madre, il suo ultimo gesto d'amore su questa terra”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings