I viaggi al tempo del Covid, ecco a cosa serve il modulo Plf per andare in vacanza

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il 'Passenger locator form' viene utilizzato dalle autorità sanitarie per localizzare in passeggeri in entrata e uscita da uno Stato per facilitare il tracciamento


ROMA. Vacanze al tempo del Covid: da tempo si sente ormai parlare del modulo Plf. Ma di cosa si tratta? Lo ha spiegato il Corriere della Sera.

Il 'Passenger locator form' serve alle autorità sanitarie per localizzare i passeggeri in entrata e in uscita da uno Stato (come la Grecia o l’Italia), con l’obiettivo di facilitare il tracciamento.

Quali sono le informazioni richieste? Il Plf deve contenere nome e cognome, numero del documento di riconoscimento scelto (carta d’identità o passaporto), recapito telefonico, indirizzo di permanenza sul territorio nazionale, mezzo di trasporto e informazioni sul viaggio, arrivo previsto, alloggio temporaneo e quello precedente, compagni di viaggio, contatto di emergenza.

Deve essere compilato prima dell’ingresso nel Paese in cui si sta viaggiando(e quindi in caso di volo aereo, per esempio, prima dell’imbarco e dopo il check-in).

Alcuni Stati, come la Grecia, richiedono che venga compilato con un certo anticipo: il modulo deve essere pronto e scaricato entro le 23:59 del giorno antecedente la partenza.

Il Plf può essere chiesto a chiunque entri in uno dei Paesi dell’Unione europea, su qualsiasi mezzo (aereo, nave, auto). Fa parte di una serie di misure varate dalla Commissione europea il 17 marzo 2021 e che dovevano entrare in vigore entro l’estate 2021.

Le regole variano da Paese a Paese, non c’è una norma univoca, ma dipende da cosa ha deciso il Paese in cui dobbiamo entrare (o rientrare, nel caso sia la fine delle vacanze e dobbiamo ritornare a casa).

Per verificare se nello Stato membro dell’Ue in cui si desidera viaggiare sono in vigore restrizioni per quanto riguarda gli ingressi, si può visitare il sito dell’Unione Europea Re-open EU, dove è possibile consultare le regole per i singoli Paesi.

Se i membri di una famiglia viaggiano insieme, non sarà necessario compilare un modulo per ogni persona: ne basta uno unico in cui sono registrati i dati di ciascun membro. Vale anche per gruppi di persone che viaggiano insieme: basterà che un unico membro del gruppo compili il Plf inserendo i dati di tutti gli altri che viaggiano con lui.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings