Cresce l’allarme da fungo letale, basta un tocco e si viene infettati: a rischio ex pazienti Covid

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Accade in India, dove si parla di 45mila contagi e di 4.200 morti. Il virus dilaga tra i soggetti che, avendo contratto la SarsCoV2, sono indeboliti da terapie a base di steroidi


INDIA. Il ministero della Salute indiano lancia un nuovo allarme sanitario: riscontrati nel Paese 45mila casi di "fungo nero" e 4.200 morti in due mesi.
Tra le vittime principalmente ex pazienti Covid, il cui sistema immunitario sarebbe indebolito dall’uso di steroidi.
La mucormycosis, questo il nome scientifico del virus, - riferisce TgCom24 - era decisamente rara sino all'inizio di quest'anno, con non più di venti casi in media. Da qualche mese il fungo ha cominciato a prendere piede, andando proprio a colpire soggetti debilitati dalla sarsCoV2.
Il virus – si legge - avrebbe conseguenze devastanti su chi ne viene colpito. Basta un tocco per essere infettati e sono necessari interventi chirurgici invasivi per salvare occhi, naso e bocca. Il tasso di mortalità è del 50 per cento. Nel mese di maggio il governo aveva dichiarato il "fungo nero" un'epidemia. Lo stato indiano più colpito è il Maharashtra. E secondo il quotidiano The Hindustan Times, il fungo ha recentemente infierito anche su bambini.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto! 

Change privacy settings