Solo maschi sull’altare, parroco nega ad una 13enne l’autorizzazione a fare la chierichetta

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’episodio è accaduto a Ventimiglia. Don Thomas sostiene che il servizio durante la liturgia storicamente è riservato ai chierici, non alle donne


VENTIMIGLIA. Niente donne sull’altare durante la liturgia. I servizi svolti nel corso della messa sono riservati a chierici e seminaristi. Così il parroco della cattedrale di Ventimiglia – riferisce TgCom24 - chiude alla possibilità di far rivestire ad una 13enne il ruolo di chierichetta.

La ragazzina, originaria di Lecco e in vacanza con la famiglia, avrebbe chiesto al sacerdote, Thomas Le Bourhis, l’autorizzazione a partecipare attivamente alla funzione, ricevendo un netto diniego. "Tutto ciò che riguarda il servizio all'altare nella storia della liturgia – ha affermato il parroco - è sempre stato un compito essenzialmente di maschi, i chierici. Poi, non bastando più un servizio esclusivamente di chierici o seminaristi la chiesa ha deciso di sostituire la loro figura con quella dei ragazzini". Il Vaticano ha aperto anche alle chierichette ma è discrezione del sacerdote affidare il compito a un maschio o a una femmina. Il sacerdote in passato aveva consentito a qualche bambina di svolgere tale compito, ma ha spiegato: “È possibile che sia accaduto nel primo o secondo anno in cui sono arrivato, avendo ancora a disposizione i chierichetti del mio predecessore ma la consuetudine è andata pian piano scemando”.

Stupita la madre della ragazza ha detto: “Ho ascoltato la sua opinione, anche se non la condivido e per questo motivo ho cambiato parrocchia".

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

 

Change privacy settings