Pubblica amministrazione, smart working solo al 15%

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Lo sostiene il ministro Renato Brunetta, che punta al ritorno in presenza per accelerare la ripresa


ROMA. Non sarà abolito nella pubblica amministrazione, ma certamente ridotto. Si tratta dello smart working, per il quale il ministro Renato Brunetta – riferisce TgCom24 - auspica il mantenimento di una quota fino al 15%". Il titolare del dicastero della Pa puntualizza che si definiranno "regole contrattuali per disconnessione, produttività e risultati".
Per il resto, punta al ritorno in presenza per accelerare la ripresa. "Dei 3,2 milioni di dipendenti pubblici – spiega Brunetta al Corsera - gran parte ha continuato a lavorare sempre in presenza: la sanità, le forze dell'ordine. La scuola sta per ripartire. Adesso è bene che anche tutti gli altri tornino per sostenere la ripresa del Paese. Il Paese sta crescendo al 6%: dentro questa crescita ci sono consumi, investimenti, produzione industriale, esportazioni, c'è un Paese che comincia ad avere un metabolismo forte e dinamico dopo il lockdown. La burocrazia è altrettanto importante per lo sviluppo. E tornare al lavoro in presenza è una necessità di buon senso - precisa Brunetta -. Io vorrei che la burocrazia accompagnasse la crescita, che fosse un catalizzatore della ripresa".

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings