“Mamma, ti difendo io”: mascherato da Spider-Man il bimbo eroe la proteggeva dal compagno violento

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Accade ad Ancona, dove l’uomo, un finanziere di 45 anni, è a processo per maltrattamenti aggravati in famiglia


ANCONA. In un vecchio albo a fumetti, l'eroina Wonder Woman diceva: “Se smetti di credere agli eroi, l’eroe dentro di te muore!”. E forse è proprio quel piccolo eroe che alberga nei cuori di tutti ad essersi risvegliato in un bambino di Osimo che, a soli tre anni, con la maschera di Spider-Man indosso, si è opposto al compagno violento della madre tentando di difenderla dalle percosse.

“Mamma, ti difendo io”: è successo a Osimo, in provincia di Ancona. I fatti risalgono al periodo 2016-2017, quando il bambino in questione, che voleva essere il supereroe della mamma, aveva solo tre anni. Ora l’uomo violento, un finanziere di 45 anni, è a processo nel capoluogo marchigiano per maltrattamenti aggravati in famiglia. La denuncia è partita dalla ex compagna, 48 anni, e ora la faccenda è finita in tribunale. Lo riporta Ansa.

Secondo il capo di imputazione, la donna avrebbe subito offese e percosse, anche davanti ai figli, tanto che il più piccolo, quando aveva solo tre anni, andava in giro per casa vestito da Spider-Man dicendo appunto: "Mamma, ti difendo io". Una maschera che lo avrebbe fatto sentire più forte davanti a quel padre accusato di avere modi violenti.

L'otto settembre c'è stato l'esame dell'imputato al tribunale di Ancona. Stando alle accuse mosse dalla ex compagna, l'uomo l'avrebbe riempita di offese durante la loro relazione, sminuendola come donna e come madre, chiamandola tra l'altro "utero in affitto". L'episodio più grave risale al 2017 quando il finanziere l'avrebbe presa a pugni, lesionandole un timpano. L’imputato ha però respinto ogni accusa rivoltagli dalla ex, già sentita in udienza a giugno, e ha sostenuto che fu la donna a cominciare a schiaffeggiarlo più volte: “Io l'ho solo allontanata, spingendola via. Non ha perso sangue, non aveva nulla, non sapevo nemmeno che si era rivolta a un ospedale". E sul travestimento da supereroe del bambino ha spiegato che "si mascherava sempre, gli piaceva, anche in vacanza". 

Pierre

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto!

Change privacy settings