Covid, a piedi per 12 ore con il padre disabile in spalla per avere il vaccino

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La commovente storia che arriva dall’Amazzonia


AMAZZONIA. Una vicenda che arriva da lontano e commuove. Quella di un figlio che si carica in spalla il padre disabile, parte dal suo villaggio e cammina per 12 ore (6 all’andata e 6 al ritorno) pur di condurlo nel luogo in cui posso ottenere il vaccino contro il Covid.
Protagonista della storia, riportata da TgCom24, è Tawi, indigeno Zo’é di 24 anni, che ha attraversato la foresta amazzonica, tra ruscelli, pendii e vegetazione.

Lo scatto risale al 2021, - si legge - quando entrambi hanno ricevuto la prima dose, ma è stato condiviso solo qualche giorno fa dal medico che era a capo della squadra vaccinale, Erik Jennings Simoes. L'ha scelta come foto simbolo dell'anno che si è appena chiuso. "Gli Zo’é mi chiedono sempre quando i bianchi si vaccineranno per porre fine alla pandemia – ha raccontato Simoes intervistato dalla Bbc – Spero presto di avere una risposta da portegli dare".

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings