Casini e Cesa: la discontinuità in Molise si chiama Iorio. E Izzi esulta: è il leader giusto

Casini e Cesa: la discontinuità in Molise si chiama Iorio. E Izzi esulta: è il leader giusto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
[caption id="attachment_11019" align="alignleft" width="250"]Domenico Izzi Domenico Izzi[/caption]

ROMA. Tutti insieme appassionatamente. Ancora una volta. L'Udc e Michele Iorio. Nel segno della discontinuità invocata da Lorenzo Cesa, poche settimane fa, a Macchia d'Isernia. I dirigenti nazionali, alla fine, concedono una deroga. E l'accordo con il centrodestra si ripropone, come l'anno scorso. Ecco il commento del consigliere regionale centrista Mimmo Izzi, al riguardo: "Sono contento che il rapporto tra l'Udc e Michele Iorio, dopo anni di collaborazione e impegno politico per il Molise, possa continuare anche in futuro. Sono legato a Michele Iorio da un rapporto di profonda stima e amicizia e la conferma di questa nuova avventura insieme non fa che rendermi ancora più contento per la scelta operata dal mio partito. Iorio ha vinto le scorse elezioni regionali e lo ha fatto con la maggioranza dei voti dei molisani. Sono sicuro che gli stessi molisani sapranno rieleggerlo di nuovo alla guida della regione. In un momento così delicato per il nostro territorio, occorre puntare su un leader forte e competente che conosca bene le reali esigenze del territorio. Un leader che è riuscito, nonostante la crisi più grave dal dopoguerra a oggi, a evitare il tracollo economico, industriale e sociale della nostra regione. Certo, restano difficoltà enormi da affrontare. La disoccupazione è ancora molto alta, le aziende soffrono la crisi e chiedono sforzi maggiori da parte della politica. I giovani hanno bisogno di speranze per il futuro. Gli anziani chiedono la garanzia del mantenimento di servizi essenziali per il territorio come la sanità. Il nuovo governo regionale dovrà affrontare queste e altre priorità e la rielezione di Michele Iorio alla guida della Regione potrà sicuramente accelerare il processo di fuoriuscita dalla crisi e di rilancio del Molise. Per quanto mi riguarda, offro il mio personale contributo dalle file dell'Udc per far sì che queste sfide si possano vincere".

Pubblicato alle ore 9:26:56 

Privacy Policy