Sassi ribalta il tavolo: sì a d'Apollonio, ma i big si candidino in blocco

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
[caption id="attachment_12881" align="alignleft" width="250"]Piero Sassi Piero Sassi[/caption] ISERNIA. Piero Sassi fa saltare il banco. Con una mossa a sorpresa, il principale sponsor di Gianni Fantozzi sindaco si dice pronto a fare un passo indietro e a convergere sulla figura del generale Giacomo d'Apollonio. Ma, provocatoriamente, chiede ai big (o presunti tali) della coalizione di 'sporcarsi le mani'. Di scendere in campo direttamente, in prima linea, misurandosi con l'elettorato. Tutti, nessuno escluso. Solo così, con liste competitive, si potrà vincere. Ecco il contenuto integrale della nota stampa dell'esponente di Grande Sud: "A seguito della riunione della coalizione di centrodestra tenutasi il giorno 08 aprile 2013, nella quale, ci era stata chiesta la convergenza sulla candidatura a sindaco di Isernia di Giacomo D’Apollonio, si era deciso dopo una serie di considerazioni, di estendere tale proposta ad ognuno dei componenti dei movimenti e partiti politici della coalizione e di rimandare la decisione finale di 48 ore. Pertanto, Grande Sud, dopo aver consultato la propria base e i simpatizzanti del partito, si dichiara disponibile a convergere sulla figura di Giacomo D'Apollonio per la candidatura alla carica di sindaco di Isernia del centrodestra, persona che gode della nostra più alta stima e considerazione. Però, affinché ciò avvenga, riteniamo doveroso che D'Apollonio sia sostenuto da liste competitive. A tal fine poniamo come 'conditio sine qua non' per la nostra convergenza sul nome di D'Apollonio la candidatura alla carica di consigliere comunale dei seguenti esponenti di primo piano della coalizione: Ulisse Di Giacomo, Luigi Mazzuto, Rosa Iorio, Lucio De Bernardo, Camillo Di Pasquale, Stefano Testa, Giovanni Fantozzi, Raimondo Fabrizio, Piero Sassi, Raffaele Mauro, Andrea Di Lucente, Raffaele Teodoro, Antonio Potena, Mimmo Izzi, Giovancarmine Mancini, Mario Lombardi, Angelica Morelli, Antonio Scuncio e Enzo Di Luozzo. E’ di fondamentale importanza la candidatura di personaggi di tale spessore politico al fine di rendere più agevole la vittoria del centrodestra ad Isernia. Contestualmente, chiediamo che ci sia un'ampia condivisione sull'elaborazione del programma che dovrà essere di altissimo profilo ed in grado di poter risollevare Isernia dalla condizione in cui versa oggi. Grande Sud si augura che tali proposte vengano prese in considerazione. Per vincere le elezioni è opportuno che nel centrodestra più di qualcuno sappia prendere spunto da un vecchio detto isernino che ben si adatta all'occasione: 'le sciabole stanno appese e i foderi combattono', e che questa volta, finalmente, tale massima possa essere invertita".
Change privacy settings