Piano neve, Mazzuto mette in campo le squadre speciali

Piano neve, Mazzuto mette in campo le squadre speciali

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente, nonostante i tagli del governo, prova a fronteggiare l'emergenza maltempo: entro domani sarà ripulito il 100 per cento delle strade grazie a venti ditte private e dieci gruppi iper professionalizzati. E Brasiello emana l'ordinanza ad hoc: tutti i cittadini dovranno collaborare allo sgombero 

 

ISERNIA. Dopo le proteste degli operatori turistici dell'alto Molise, la contromossa del Comune di Capracotta che ha dichiarato di pagare, con proprie risorse, il carburante per gli spartineve e l'allarme lanciato da alcuni sindaci, non ultimo quello di Pietrabbondante Giovanni Tesone - che aveva scritto ieri una lettera al prefetto di Isernia Filippo Piritore chiedendogli di aprire un tavolo tecnico volto a predisporre almeno un piano neve minimale - il presidente della Provincia Luigi Mazzuto ha deciso di passare all'azione. Venti i mezzi forniti da ditte private e contrattualizzate con concottimi, vista l’emergenza, e dieci squadre ‘iper professionalizzate’ della Provincia  per far fronte al maltempo che sta imperversando in queste ore sul Molise: questa la soluzione scelta per fronteggiare il maltempo delle ultime orte. “Siamo in piena attività e, nonostante le difficoltà, stiamo procedendo efficientando al massimo le risorse umane e materiali in dotazione all’ente. Ieri alle 17 - ha spiegato Mazzuto - al Palazzo di Governo, il prefetto Piritore ha convocato un tavolo d’emergenza, nel quale abbiamo ribadito tutte le difficoltà causate dai tagli del Governo, annunciate in Prefettura, alla Regione Molise e alla Protezione Civile già dal mese di luglio. Nonostante ciò, però, la Provincia di Isernia è riuscita a mettere in campo un’azione coordinata ed efficace. Da parte della Prefettura, invece, la garanzia di farsi ancora una volta portavoce delle difficoltà che i tagli inferti agli enti provinciali stanno determinando con conseguenze che potrebbero anche causare disordine pubblico. Questa notte alle 2.30 abbiamo allertato i dipendenti addetti alla conduzione dei mezzi antineve. Per domani è atteso l’arrivo di sale che sarà sufficiente fino al mese di gennaio. In queste ore, le squadre in azione stanno garantendo un costante intervento di ripulitura del 50% della rete viaria provinciale. Domani, arriveremo al 100% per garantire una viabilità sicura a quanti, nonostante il maltempo, sono costretti a mettersi in macchina e a percorrere le arterie provinciali. Siamo soltanto all’inizio di un inverno che, stando a quanto annunciato dai meteorologi, sarà particolarmente nevoso e, nonostante le condizioni economiche disastrose del nostro ente, si sta operando con grande efficienza, grazie soprattutto a un clima di entusiasmo e a un sentimento di solidarietà instauratosi tra tutti gli operatori. E' a loro che voglio rivolgere un ringraziamento, per il senso di abnegazione con il quale stanno operando sulle strade. Ai cittadini, invece, giunga una rassicurazione: dal Governo provano a indebolire la Provincia di Isernia, ma la Provincia di Isernia è fatta di gente con un cuore grande e con un forte senso di responsabilità”. In tema di neve, anche il sindaco di Isernia, Luigi Brasiello, ha emanato un'apposita ordinanza, la n. 248 dello scorso 29 ottobre, in cui ha disposto, che "ogni cittadino è tenuto a sgomberare dalla neve la parte di marciapiede o di strada prospiciente l’ingresso della propria abitazione, negozio o ufficio, nonché a liberare dalla neve e dal ghiaccio balconi e grondaie, laddove possibile, al fine di scongiurare pericoli per la privata e pubblica incolumità".

Privacy Policy