Berlusconi decaduto, subentra Di Giacomo. E Frattura gli tende la mano

Berlusconi decaduto, subentra Di Giacomo. E Frattura gli tende la mano

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il governatore mette una pietra sopra ai rancori passati e fa gli auguri all'ex coordinatore regionale del Pdl: il Molise risarcito per il seggio scippato

 

ROMA. Silvio Berlusconi, da oggi, non siederà più in Parlamento. Al suo posto, il Cavaliere - che aveva optato per il seggio in Molise  - subentra Ulisse Di Giacomo, che da domani tornerà in Senato grazie alla Giunta per le elezioni, che ne ha già convalidato la surroga.  La circostanza fa ben sperare il governatore Paolo Frattura. “Da questa sera c’è più Molise in Parlamento - dichiara - La decadenza da senatore di Silvio Berlusconi ci offre il riscatto del seggio scippato, come abitudine consolidata, dal centrodestra a questa nostra regione. Ulisse Di Giacomo può finalmente sedere nel suo scranno e questo è un vantaggio per tutti noi. Siamo certi che il senatore Di Giacomo, nonostante certa pregressa ostilità in più occasioni manifestata, saprà affiancarci in tutte le nostre battaglie che stiamo conducendo a Roma per il bene dei molisani. Siamo convinti che il senatore Di Giacomo, cui facciamo i migliori auguri, farà suo il nostro modo di lavorare e collaborare, improntato alla correttezza e alla trasparenza politiche a totale servizio di tutti i nostri cittadini e della crescita di questo territorio. Per il futuro che stiamo costruendo per la nostra regione né steccati né chiusure di sorta: Di Giacomo, lo possiamo immaginare, sarà anche lui di quest’avviso”. 

 

Privacy Policy