Ore 17.46 - 23 seggi chiusi su 23 - Schede scrutinate 11.148
Votanti 11.148; affluenza 57,49%

 

58,72%
Piero Castrataro - voti 6.442
 
 
 
 
 
41,28%
Gabriele Melogli - voti 4.529

Prevenzione: in Molise nuovo sistema di screening per il cancro della cervice uterina

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Parte l’iniziativa della Regione. Il test può essere eseguito nei consultori di Campobasso, Larino, Bojano, Agnone e Venafro e negli ospedali di Termoli e Isernia



CAMPOBASSO. Prevenzione dei tumori: la Regione Molise ha introdotto il nuovo sistema di screening per il cancro della cervice uterina attraverso il test Hpv-Dna, che va a sostituire, ad eccezione della fascia di età compresa tra i 25 e i 30 anni, il Pap-test tradizionale. “Le cittadine in età target (il test è assicurato alla popolazione femminile fino ai 64 anni) – informa la Regione - riceveranno una lettera di invito da parte della Asrem per sottoporsi gratuitamente all’Hpv/Pap test che, se negativo, va ripetuto con cadenza quinquennale”.

L’importanza di eseguire l’Hpv/Pap test è vitale in quanto, con un esame semplice, rapido, indolore e non invasivo, è possibile dimostrare o escludere la presenza del virus responsabile del tumore del collo dell’utero o delle alterazioni cellulari che lo precedono. Attualmente si può eseguire il test nei centri prelievo Hpv/Pap test della Regione Molise, vale a dire nei consultori di Campobasso, Larino, Bojano, Agnone e Venafro e presso gli ospedali di Termoli e Isernia.
"Nelle medesime strutture - ricorda infine la Regione - è possibile rivolgersi per ogni ulteriore informazione. Dedicare un poco del proprio tempo a questo fondamentale esame di prevenzione e diagnosi oncologica precoce, può assicurare alle donne che vi si sottopongono una qualità della vita migliore".

Change privacy settings