Tecnologia e sicurezza sismica al top: sanità all’avanguardia nella nuova maxistruttura del Neuromed

Tecnologia e sicurezza sismica al top: sanità all’avanguardia nella nuova maxistruttura del Neuromed

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

arrivo tajaniParticolarmente significativo, poi, l’intervento del presidente del Parlamento europeo Tajani, che ha rimarcato come “la sanità non è competizione tra pubblico e privato, si tratta di dare servizi ai cittadini. Il servizio che viene dato è sempre pubblico, anche se lo esercitano i privati. L'importante - ha argomentato - è che siano garantiti i diritti dei pazienti. Non vedo questa guerra tra pubblico e privato. La sanità in Italia ha alcuni buchi neri che vanno esaminati e risolti. C'è anche uno spreco enorme di denaro, le pubbliche amministrazioni che continuano a non pagare i fornitori. Questo significa danneggiare il sistema della sanità perché se i fornitori delle Asl non vengono pagati, alla fine non provvederanno a fornire. E’ un vero punto dolente. Non è un caso che la procedura d'infrazione stia andando avanti e rischi di finire davanti alla Corte di giustizia europea, con il pagamento di una sanzione durissima all’Italia perché non paga i fornitori. La salute – ancora Tajani – è la base fondamentale per la nostra esistenza, guidata dalla ricerca e dall’innovazione tecnologica. Dobbiamo fare in modo che esistano tante altre strutture come questa di Pozzilli, sia nel pubblico che nel privato, perché la sfida dell’innovazione influisce sulla vita di tutti. E l’Europa può essere d’aiuto, con investimenti in ricerca che puntano a far vivere meglio, in termini di salute ma anche dal punto di vista economico e di quello dei posti di lavoro, mezzo milione di cittadini europei”.

"Un centro che per l'84% accoglie pazienti di altre regioni –  il commento di Frattura - Momenti come questo di oggi certificano come il cittadino sia al centro dell’attenzione, è con questo obiettivo che eravamo partiti e oggi lo abbiamo raggiunto. La nostra sanità finalmente entra nella fase concreta della realizzazione di quanto abbiamo programmato. Lo abbiamo detto fino a quando non abbiamo ottenuto l’approvazione del piano operativo, adesso devo dire che si comincia a toccare con mano che cosa effettivamente la riorganizzazione sanitaria significa per l‘utenza, soprattutto molisana. Partire con la stabilizzazione del personale sanitario significa dare contezza agli impegni assunti. Aver superato il blocco del turnover, aver azzerato il disavanzo, aprire tutti i presidi sanitari sul territorio è la dimostrazione proprio di come l’inversione di tendenza è nei fatti, e non solo nelle dichiarazioni di intenti". Anche il sindaco di Pozzilli, Stefania Passarelli, non nasconde l’entusiasmo: "Neuromed è la nostra grande bellezza, la sua crescita determina anche la crescita della città e della Regione".

GUARDA LA FOTOGALLERY 

 

 

Privacy Policy