Leva sgombra il campo: mai più Frattura candidato presidente

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il deputato di Mdp ribadisce il no ad Alfano e Patriciello: “Le alleanze in politica non sono un prodotto di laboratorio. I tatticismi del governatore e dei suoi megafoni non ci interessano”


CAMPOBASSO. “Le alleanze in politica non sono un prodotto di laboratorio ma frutto di una visione comune”. Non si è fatto attendere l’intervento del deputato di Mdp Danilo Leva alle dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente della Regione Molise Paolo Di Laura Frattura, in vista del ritorno dei molisani alle urne. Due i concetti che Leva ha voluto chiarire in un commento postato su Facebook. “Intanto – ha sottolineato - discontinuità rispetto alle politiche adottate dal governo regionale in questi cinque anni con priorità ben precise : sanità pubblica, investimenti pubblici, qualità ambientale e lavoro”.

Una cosa è chiara: per il deputato l’attuale presidente non può essere ricandidato. “Questo – ha infatti evidenziato Leva - significa che Paolo Frattura e coloro che hanno condiviso le sue scelte non potranno mai essere ricandidati alla carica di presidenti della Regione”.

Non solo. 'Bocciata' infatti anche l'alleanza con Alfano e Patriciello.  “Mdp e l'Ulivo 2.0 – ha poi ribadito il parlamentare molisano - sono nati per ricostruire il centrosinistra. Quindi il Pd anziché effettuare vuoti ed inutili appelli all'unità dovrebbe precisare il perimetro della coalizione. Noi non staremo mai dentro un'alleanza con Alfano e Patriciello. Quindi – ha concluso - i tatticismi di Frattura e dei suoi megafoni non ci interessano”.