Giornalismo sportivo nell’universo 2.0: ospiti internazionali per l’evento formativo dell’Odg Molise

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Successo a Isernia per l’appuntamento con la formazione professionale, di scena presso la sezione dell’Aia. Tra i relatori, allenatori e arbitri di grande rilevanza nello sport mondiale (GUARDA LA FOTOGALLERY DI PINO MANOCCHIO CON TUTTI I PROTAGONISTI)


ISERNIA. Di scena nei locali della sezione Aia di Isernia l’incontro formativo promosso dall’Ordine dei Giornalisti del Molise dal titolo: “I linguaggi dello sport: declinazioni ed etica del giornalista sportivo nell’universo 2.0. Il racconto dei protagonisti, la tecnologia a servizio degli avvenimenti e l’universo agonistico a tutto tondo”.

Un evento che, introdotto e moderato dal collega giornalista Vincenzo Ciccone, ha contato sul contributo di relatori di rilevanza nazionale e internazionale.

In apertura dei lavori i saluti del presidente del Coni Molise Guido Cavaliere, della delegata Coni Point Isernia Elisabetta Lancellotta, del consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti Vincenzo Cimino, del vicepresidente dell’Odg Molise Giovanni Cannarsa, del vicepresidente dell’Ussi Molise Valentina Ciarlante, del presidente dell’Aia di Isernia Domenico De Falco e del presidente della Fipav Molise Michele Sacchetti.

L’evento formativo è stato diviso in varie sessioni tematiche. La prima, denominata: ‘Lo sport e i linguaggi di genere’, è stata incentrata sulla preziosa testimonianza del Commissario tecnico  della nazionale under 18  di basket ed ex commissario tecnico della Italbasket senior femminile, Andrea Capobianco. Questi ha relazionato su: ‘Il ruolo di aggregazione del basket. Differenze e comunanze di genere nelle dinamiche con il gruppo. Il rapporto con i media”. Un contributo interessante sul tema della comunicazione, fuori e dentro il campo e con la stampa, ma anche sull’onestà intellettuale.

La seconda sessione, invece, è stata incentrata su: ‘Lo sport e i linguaggi della tecnologia: l’utilizzo degli strumenti hi-tech a supporto dei processi decisionali’. Con le testimonianze di: Stefano Cesare (arbitro internazionale di pallavolo) che ha approfondito la questione del videocheck/videochallenge; Enrico Sabetta (arbitro internazionale di basket) che ha parlato della valenza dell’istant replay nelle gare di pallacanestro; Gionni Matticoli (arbitro internazionale di beach soccer) che ha spiegato come la tecnologia si integra con le decisioni in un incontro di beach soccer; Andrea Nasillo (giornalista e consigliere revisore conti Odg Molise, nonché presidente Aia sezione Campobasso) il quale ha relazionato sull'indispensabile conoscenza del regolamento del calcio da parte dei giornalisti.

La terza sessione è stata incentrata sul tema dell’etica del cronista e ha visto l’intervento del giornalista e avvocato Daniele Petrecca che ha parlato del rapporto tra media e sport, con riferimento alla deontologia professionale.

Quarta sessione intitolata: ‘Lo sport ed i linguaggi dell’integrazione’. Relatore e moderatore è stato l’addetto stampa del Cip Molise, Stefano Venditti, intervenuto su ‘La funzione sociale della comunicazione nelle discipline paralimpiche, difficoltà e potenzialità. La narrazione al di fuori della retorica e degli stereotipi’. Interessante nel contesto la testimonianza di Mariella Procaccini (allenatrice nazionale femminile torball e dirigente Fispic) con una ‘Case history sull’universo paralimpico’.

L’evento si è chiuso, infine, con la quinta sessione: ‘I linguaggi dello sport: discipline di squadra vs. discipline individuali (il mondo del tennis)’. A relazionare è stato il giornalista e maestro di tennis Giannicola Virgilio che ha parlato dell’ascesa della disciplina e del supporto di un canale tematico. L’appuntamento formativo ha riscosso un grande successo di partecipazione.

GUARDA LA FOTOGALLERY DI PINO MANOCCHIO