Frattura chiama, i sindaci rispondono: in molti pronti ad arruolarsi per le Regionali

Frattura chiama, i sindaci rispondono: in molti pronti ad arruolarsi per le Regionali

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente ha chiesto implicitamente la propria riconferma agli amministratori, che hanno firmato un documento nel quale ribadiscono la necessità di proseguire “nella stessa direzione, con un governo che assicuri continuità”


CAMPOBASSO. Paolo Frattura incassa il sostegno dei sindaci di centrosinistra. Il governatore uscente ha incontrato nella serata di oggi, presso l’Hotel Rinascimento di Campobasso, circa 200 amministratori, di cui 90 sindaci (solo per citarne alcuni, Campobasso, Bojano, Termoli, Guglionesi, Trivento, Casacalenda, Cercemaggiore, Ferrazzano, Oratino, Ururi, Portocannone). Con loro ha fatto il punto sui cinque anni di governo e ha spiegato le motivazioni alla base del passo indietro richiestogli per cercare di trovare – invano – l’unità della coalizione.

Nonostante le intenzioni di superare i personalismi, l’Ulivo 2.0 andrà avanti sulla sua strada, con Roberto Ruta presidente contrapposto al Pd e altri pezzi del centrosinistra di governo, che non hanno mai smesso di caldeggiare il Frattura bis, pur tra le difficoltà del momento e l’avanzata impetuosa dei Cinque Stelle.

frattura sindaci 1Lo sforzo di perseguire l’unità è stato apprezzato da più di qualcuno tra i presenti, che fino all’ultimo – hanno detto – confidano nella possibilità di riappacificare gli animi. Altri, più realisticamente, hanno manifestato il proprio appoggio al presidente uscente, ritenendo sia necessaria continuità di governo.

“Non mi sento responsabile di nessuna sconfitta – ha detto Frattura – come non deve farlo nessuno tra coloro che, con onore, hanno portato il simbolo del Pd e del centrosinistra nelle piazze del Molise alle elezioni. L’unità non si fa né con Di Pietro né con Frattura, ma con la condivisione che una comunità deve garantire ai cittadini nei confronti dei quali ci si trova a tornare a chiedere la fiducia. Ho ricevuto, da moltissimi amministratori, quasi tutti, un’infinità di attestati di solidarietà, vicinanza e amicizia. E credo che con la partecipazione sentita di voi che vivete e risolvete i problemi dei cittadini sul territorio sia possibile ritrovare l’entusiasmo che ci ha permesso di stravincere nel 2013”. Nonostante chi l’unità, a parere del presidente, l’abbia voluta solo a parole, come i fautori dell’Ulivo 2.0, Roberto Ruta e Danilo Leva, suoi principali sponsor politici alle Regionali di cinque anni fa.

Frattura, ai sindaci, non ha chiesto esplicitamente la riconferma, ma ha preferito ascoltare e capire. Rivendicando lo sforzo fatto per cercare di riconciliare gli animi, a cominciare dalla volontà di tenere le Primarie, “per le quali mi è stato risposto, per due volte, che era troppo tardi”. Poi la chiamata alle armi rivolta a quanti vorranno candidarsi nelle liste, da presentare entro il prossimo 24 marzo, tra pochissimi giorni. Un appello che ha incontrato l’interesse di molti tra gli intervenuti, che non hanno fatto mancare il proprio sostegno al governatore.

IL TESTO DEL DOCUMENTO. Alla fine della riunione è stato elaborato un documento, firmato da tutti gli amministratori rimasti fino al termine, che recita testualmente: “L’azione svolta dal Governo regionale in questi cinque anni ha rappresentato una fondamentale e necessaria opera di risanamento del complesso sistema Molise. Un metodo di lavoro serio, che ha reso possibile la realizzazione di interventi di qualità e che oggi porta le amministrazioni comunali presenti a ribadire quanto necessario sia proseguire nella stessa direzione, con un governo che assicuri continuità. In vista delle prossime elezioni regionali del 22 aprile, i sindaci e gli amministratori sottoscrittori di questo documento si impegnano a costruire una squadra forte con la quale proseguire il percorso avviato”.

Pba

Unisciti al nostro gruppo Whatsapp per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del quotidiano isNews: manda ISCRIVIMI al numero 3288234063

Privacy Policy