Regionali, centrodestra ancora in panne: Iorio caldeggia una donna, Patriciello 'rinuncia' ai cognati

Regionali, centrodestra ancora in panne: Iorio caldeggia una donna, Patriciello 'rinuncia' ai cognati

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Si riconcorrono voci sul confronto in corso tra i partiti della coalizione alla ricerca di un nome in grado di fare sintesi. Varie le ipotesi in campo: una scelta nella società civile o un sindaco le più accreditate, ma extrema ratio non si esclude la convergenza su Michele Marone


CAMPOBASSO/ISERNIA. Ore febbrili per il centrodestra molisano, alle prese con le trattative per l’individuazione del candidato governatore unitario.

Diverse le soluzioni in campo, tra vecchie glorie e volti nuovi. Tuttavia, è giunto il momento di fare sintesi.

Saranno i partiti maggiori, a quanto pare, a tirar fuori il nome del papabile aspirante governatore da sottoporre, poi, al vaglio dei cosiddetti cespugli e dei movimenti civici nell’ottica della massima concertazione, auspicata da tutti gli attori coinvolti.

E se la Lega, pur avendo da spendere la figura del coordinatore Luigi Mazzuto, sarebbe disponibile a convergere su un altro nome, purché unitario, nell’ottica di accordi futuri, Fratelli d’Italia avrebbe già avanzato la candidatura del proprio leader regionale Filoteo Di Sandro, rimasto fuori dal ‘giro’ delle Politiche. Tuttavia, anche in questo caso ci sarebbe massima apertura a una soluzione esterna condivisa.

Ed ecco che la partita, fatte salve le intenzioni della coordinatrice regionale di Forza Italia Annaelsa Tartaglione, potrebbe nuovamente giocarsi tra i due storici ‘fratelli coltelli’ Michele Iorio e Aldo Patriciello. Anzi, tra loro la neodeputata potrebbe essere nuovamente chiamata a mediare. Quest’ultima, stando a indiscrezioni trapelate, avrebbe in mente almeno due persone spendibili, di cui una avrebbe già dato il proprio assenso di massimo. Ma sui nomi vige il massimo riserbo.

Privacy Policy