Il Molise e la biodiversità, Toma: “Ambiente grande risorsa, ma va valorizzata”

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il candidato governatore del centrodestra parla della necessità di intervenire sul tema della sostenibilità, con il ruolo delle istituzioni affiancato dal coinvolgimento dei cittadini


CAMPBASSO. Secondo l’Istat, il Molise è tra le prime regioni italiane in quanto a Siti d’Interesse comunitari (SIC), e Zone a Protezione Speciale (ZPS), aree dove è prevista una specifica tutela della biodiversità. E’ quello che evidenzia Donato Toma, candidato governatore del centrodestra, secondo il quale la ricchezza di oasi naturalistiche o faunistiche e di alcuni dei boschi più belli d’Italia stride rispetto alla quantità di verde pubblico nelle aree urbane, dove il Molise occupa una delle ultime posizioni avendone circa un terzo (13,8%) della media nazionale (31,1%) e del Mezzogiorno (33,7%).

“E’ evidente come il ritardo ormai cronico nella tutela dell’ambiente e nella gestione delle risorse, accumulato dalle amministrazioni regionali precedenti – ha affermato Toma - abbia finito con il penalizzare gli operatori economici del turismo. Il tasso di turisticità dei Parchi nazionali, in territorio molisano, e di quelli regionali è, infatti, il peggiore d’Italia”.

Secondo Toma in tema di salvaguardia ambientale bisogna agire in piena collaborazione: istituzioni, cittadini ed esponenti della società civile devono unirsi nel comune intento di guardare alla tutela dell’ambiente come ad un tema che riguarda tutti. Vanno favorite azioni che mirino a creare e diffondere una cultura della sostenibilità ambientale, partendo dalla formazione nelle scuole.

Maggiore cura del verde cittadino, corsi di sensibilizzazione ed educazione ambientale, disciplina e razionalizzazione dell’urbanizzazione, ampliamento delle energie rinnovabili e coinvolgimento delle imprese molisane: sono questi i punti di forza sui quali investire in tema di ambiente e sviluppo sostenibile nella nostra regione.

“Riteniamo siano obiettivi pienamente realizzabili – ha conclusoToma - attraverso meccanismi di incentivazione, sgravi e contributi fiscali ed economici, più che tramite imposizioni, norme di controllo e regolamentazioni formali. Questo perché il nostro obiettivo prioritario, in tale ambito, è quello di creare e diffondere una cultura di rispetto ed empatia con l’ambiente, che induca in autonomia, noi tutti cittadini molisani, a prenderci cura del nostro territorio e del mondo che lasceremo in eredità ai nostri figli”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: manda ISCRIVIMI al numero 3288234063

Change privacy settings