Iorio contro gli accordi di confine con l’Abruzzo: colpo mortale per la sanità molisana

Iorio contro gli accordi di confine con l’Abruzzo: colpo mortale per la sanità molisana

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Dura la posizione dell’ex governatore, oggi consigliere regionale sospeso, che invita a non firmare l’intesa e a portare il dibattito a Palazzo D’Aimmo


CAMPOBSSO. L’accordo di confine con l’Abruzzo rappresenterebbe il colpo mortale per la sanità molisana. Questa la posizione dell’ex governatore Michele Iorio, oggi consigliere regionale sospeso.

“Non possiamo ragionare sui particolari messi in campo dall’allora presidente Frattura - ha dichiarato Iorio - perché, ancora oggi, non ne conosciamo i contenuti. Nel leggere le posizioni del governatore Toma è doveroso, però, ricordare che con tale atto il territorio molisano diventa, di fatto, tributario dell’Abruzzo. La conseguenza di questo atto sciagurato sarebbe quella di garantire al nuovo ospedale di Vasto l’emergenza 24 ore su 24 e, contemporaneamente, impoverire la sanità del Basso Molise, con il conseguente aumento vertiginoso della mobilità passiva per la nostra regione”.

Iorio ha invece auspicato un intervento per rendere operativa l’emodinamica di Termoli, 24 ore su 24, per la gestione delle emergenze, piuttosto che mantenerla alle 12 ore previste dal Governo precedente.

“Abbiamo un servizio di gestione delle emergenze cardiologiche a Termoli già esistente – ha precisato Iorio - basterebbe implementarlo con il personale e invece viene depauperato dalla sostituzione con un nuovo centro a pochi chilometri di distanza e in un’altra regione. A noi sembra una politica inaccettabile”.

“Spero ci sia la possibilità di discuterne non solo all’interno dell’attuale maggioranza – ha concluso - ma, senza divisioni dovute a colori politici, all’interno del Consiglio regionale, che ha un’evidente competenza in materia tenendo presenti le conseguenze per il Molise, col possibile impoverimento di altri settori, dal commercio, al turismo, alla riorganizzazione dei trasporti.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063 e invia ISCRIVIMI

 

Privacy Policy