Isernia, ‘tagliando’ per l’amministrazione comunale: il sindaco verso la rimodulazione della Giunta

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'INTERVISTA/ Il primo cittadino Giacomo d’Apollonio pensa alla riorganizzazione del suo esecutivo e conferma l’esistenza di “dinamiche politiche che creano tensione in maggioranza”. Tuttavia non appare preoccupato per la tenuta dell’amministrazione


di Alessandra Decini

ISERNIA. L’ultima riunione del Consiglio comunale di Isernia, di scena nell’aula Wojtyla lo scorso 26 giugno, ha rivelato l’esistenza di frizioni, più o meno celate, all’interno del centrodestra pentro.

Tra dimissioni sfociate in trasloco da un gruppo ad un altro, minoranze incalzanti e presunte ingerenze esterne, la maggioranza di palazzo San Francesco pare aver avviato delle riflessioni sul da farsi nel prossimo futuro. E il sindaco starebbe meditando una rimodulazione dell’esecutivo.
Se non di resa dei conti si tratta, per lo meno l’amministrazione si prepara al 'tagliando'. Questo emerge dalle parole dello stesso primo cittadino, Giacomo d’Apollonio, contattato da isNews.

Sindaco, si apprende da fonti accreditate che nelle ultime ore si sia tenuta una riunione di maggioranza, convocata d’urgenza. Cosa sta accadendo?

“No, non si è tenuta una riunione di maggioranza ufficiale, ma so che più di qualche gruppo si è riunito per discutere delle dinamiche politiche innescatesi nelle ultime settimane. Io non sono avvezzo a questo genere di confronti perchè preferisco ‘fare’. Tuttavia, sono emerse delle fibrillazioni che non possono essere ignorate, in quanto potrebbero pregiudicare il tanto lavoro da svolgere. Vanno, quindi, affrontate e superate, per proseguire l’attività amministrativa nel migliore dei modi”.

Ciò significa che anche il suo gruppo di riferimento ‘Isernia in Comune’ si è riunito, alla luce degli ultimi accadimenti?

“Certamente dopo le inaspettate dimissioni da capogruppo del consigliere Tonino Antenucci, annunciate in Consiglio comunale, i consiglieri di ‘Isernia in Comune’ hanno voluto incontrarsi per cercare di comprendere le motivazioni che hanno spinto il collega a un gesto così eclatante, senza un previo confronto, e capire quali errori sono stati eventualmente commessi. Tra le cause del malcontento vi è anche un emendamento a sua firma sul progetto per il cimitero, non approvato ma che, tuttavia, è diventato un atto di indirizzo. Nego, però, l’esistenza delle conflittualità cui Antenucci ha fatto riferimento nel suo intervento in aula”.

Durante l’ultima riunione dell’assise le minoranze e qualche membro della maggioranza hanno manifestato l’esigenza di una maggiore condivisione dei provvedimenti amministrativi, almeno quelli più importanti e con più forte impatto sulla città e sulla comunità. Intende prendere in considerazione quest’istanza di una maggiore collaborazione?

“Guardi, in alcune occasioni abbiamo già chiesto una mano ai consiglieri d’opposizione. Siamo sempre disponibili a collaborare con quanti intendano dare apporto all’attività amministrativa, tuttavia ritengo che alcune polemiche siano strumentali. Io sono sempre, o quasi sempre, in ufficio e la mia porta è aperta, ma, ad eccezione dei soliti membri della maggioranza, da me non viene mai nessuno.

Lo scorso 26 giugno il consigliere Giovancarmine Mancini ha invocato l’azzeramento della giunta. Ha intenzione di recepire tale suggerimento?

“In realtà, sulla questione di un possibile assestamento della giunta sto meditando già da qualche tempo. Intendo però ponderare bene le mie scelte in base ad una valutazione attenta delle reali necessità amministrative. Penso all’aggiunta o alla sostituzione di alcune deleghe per i membri dell’esecutivo, non di certo ad un provvedimento di azzeramento che sia, in fin dei conti, solo di facciata. A questo punto del mandato, credo sia necessaria una riorganizzazione”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063 e invia ISCRIVIMI

 

Change privacy settings