Sanità, il ministro Grillo non vuole Toma commissario. La Conferenza delle Regioni col governatore

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Approvato all’unanimità un documento, in cui si chiede di assegnare l’incarico al presidente


CAMPOBASSO. Il ministro della Salute Giulia Grillo intenzionato a non indicare al Consiglio dei Ministri il nome del governatore Donato Toma, quale commissario ad acta della sanità, per l’attuazione del piano di rientro dal deficit. Il presidente della Regione ribadisce la sua posizione, “il commissario sia il governatore” e incassa il sostegno della Conferenza delle Regioni, che ha approvato all’unanimità un documento, successivamente consegnato alla Conferenza Stato Regioni.

“La coincidenza – si legge nel documento delle Regioni - del ruolo del commissario ad acta con quello del presidente di Regione, prevista dalla Legge 232/2016, garantisce continuità e forza all’azione di risanamento”.

Il documento si chiude con l’auspicio “che su questo tema prevalga la collaborazione istituzionale e che si tenga conto della necessità di garantire il massimo raccordo possibile tra la programmazione regionale, l’azione amministrativa e la scelta del commissario”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

Change privacy settings