Assistenza agli anziani, arriva il voucher di conciliazione per le donne

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’iniziativa della Regione Molise, per offrire un sostegno a chi si occupa degli ultra 65enni e per far emergere il lavoro nero


CAMPOBASSO. Sostenere l’incremento dell’occupazione femminile, rispondendo alla necessità di combinare i tempi di lavoro e gli impegni familiari delle donne, attraverso la concessione di voucher di conciliazione. È l’obiettivo dell’Avviso a valere sull’Azione 6.3.1, Asse 6 (Occupazione) del POR Molise -FESR FSE 2014 -2020.

Le destinatarie dell’intervento sono donne in età lavorativa dai 18 ai 65 anni, inattive, disoccupate e occupate, che assistono un anziano, di età superiore a 65 anni, entro il secondo grado di parentela o affinità, non autosufficiente e assistito in Adi.

Le donne inattive o disoccupate, al fine di beneficiare del voucher di conciliazione, dovranno aderire a un percorso di presa in carico da parte dell’Ambito, finalizzato a favorire la loro inclusione socio-lavorativa, mentre quelle occupate dovranno rispondere ai questionari somministrati dall’Ambito territoriale sociale, per verificare il miglioramento del bilanciamento dei carichi di lavoro con quelli di cura della famiglia.

Beneficiari dell’Avviso sono i Comuni, attraverso l’aggregazione degli Ambiti territoriali sociali che pubblicheranno due avvisi. Il primo per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’erogazione dei servizi di cura e assistenza per gli anziani non autosufficienti, rivolto ai soggetti del privato sociale che gestiscono tali servizi. Il secondo teso all’individuazione delle donne destinatarie dei voucher di conciliazione.

“Abbiamo pensato – ha spiegato il presidente Donato Toma – di offrire un sostegno a quelle donne che curano all’interno delle mura domestiche familiari non autosufficienti, un lavoro molto spesso sottovalutato ma che richiede impegno e sacrificio quotidiani. Da un lato, tendiamo a favorire la partecipazione delle donne che si trovano in questa condizione a percorsi di politica attiva, o a facilitare la loro partecipazione al mondo del lavoro; dall’altro, miriamo a far emergere il lavoro sommerso legato a questo tipo di prestazioni”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

 

Change privacy settings