Terremoto, lunedì la richiesta dello stato di emergenza. Aumentano i comuni del ‘cratere’

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Protezione civile regionale ha quasi completato la quantificazione dei danni. A inizio settimana la relazione della Protezione civile all’esame del Consiglio dei Ministri


CAMPOBASSO. Terremoto, lunedì la Regione chiederà lo stato di emergenza. Lo ha anticipato il governatore del Molise Donato Toma, confermando che la Protezione civile regionale ha quasi completato la relazione finale sulla quantificazione dei danni provocati dalle scosse. Una volta ottenuta completata la documentazione l’istanza sarà formalizzata, con l'approvazione di una delibera di Giunta regionale.

Toccherà quindi al capo della Protezione civile Angelo Borrelli, martedì scorso a Campobasso e giovedì nelle zone terremotate, portare la dichiarazione di stato di emergenza al premier Giuseppe Conte e al Consiglio dei ministri.

Nel frattempo è aumentato il numero dei comuni inclusi nel ‘cratere’ sismico. Ad oggi una ventina. E sono 350 le persone ospitate nelle tendopoli allestite nei comuni del Basso Molise. Perché hanno le case inagibili o perché non si sentono sicuri nelle loro abitazioni. Mentre resta sempre alto lo stato di allerta, visto anche lo sciame sismico ancora in corso. 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale https://www.facebook.com/groups/522762711406350/

Change privacy settings