I 5 Stelle puntano sull’Europa. Trasporto pubblico: “Chiediamo la revoca della concessione ad Atm”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ricerca, sviluppo sostenibile, infrastrutture digitali sono i temi principali affrontati dai consiglieri regionali Primiani e Greco nella loro esperienza a Bruxelles



CAMPOBASSO. Un bilancio positivo quello raccontato da Andrea Greco e Angelo Primani nella conferenza riguardante l’esperienza affrontata a Bruxelles conclusasi la scorsa settimana. I rappresentati regionali del Movimento 5 Stelle hanno visitato non solo il Parlamento europeo ma anche la tanto discussa sede della Regione Molise.

“Dobbiamo cominciare a pensare che il Molise confina con tutte le regioni d’Europa – le parole di Andrea Greco - questo è un primo segnale da far comprendere soprattutto a chi amministra il nostro territorio. Oggi gli unici denari veri che arrivano sul territorio sono quelli che arrivano dall’Europa.”
Greco ha poi posto l’attenzione sul tema dei trasporti, questione riportata in sede europea difronte alla componente della commissione trasporti Rosa D’Amato. “Le abbiamo illustrato la situazione disastrosa del trasporto pubblico molisano. Oggi in Molise c’è un’anomalia sulla gestione, oggi affidata alla costosa Atm. Operatore che tiene alla canna del gas i lavoratori.

Noi chiediamo alla Regione di sostituirsi ad Atm nel pagamento delle spettanze e valutare la revoca della concessione all’azienda perché si stanno infrangendo i vincoli del contratto di servizio. Inoltre – prosegue Greco - la legge prevede che entro il 2019 il trasporto pubblico dovrà essere svolto da un gestore unico altrimenti si andrà incontro a sanzioni. Tutto ciò è stato fatto presente a Rosa D’Amato chiedendole di interessare la commissione europea sulla questione, portandola all’attenzione del Parlamento europeo”.

I due consiglieri regionali hanno poi voluto sottolineare l’importanza strategica della sede regionale del Molise a Bruxelles. “La struttura deve essere valorizzata, in passato è stato il simbolo del Molise che non funziona, oggi però dobbiamo essere in grado di cogliere questa sfida riempendo quella struttura di proposte serie da poter realizzare”.

Importante anche l’incontro con il vice presidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo . “Con lui abbiamo parlato di programmazione comunitaria - le parole di Angelo Primiani – un dato positivo lo abbiamo registrato dalla notizia che vedrà un incremento di fondi di circa 2 miliardi di euro per l’Italia. Chiediamo, quindi, con forza chela Regione tenga alta l’attenzione affinché tali fondi vengano confermati e destinati a priorità ben precise quali ricerca e innovazione, sviluppo sostenibile e infrastrutture”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings