Centro storico e polemiche, Kniahynicki: “Disagi inevitabili per la riuscita degli eventi”

Centro storico e polemiche, Kniahynicki: “Disagi inevitabili per la riuscita degli eventi”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La replica dell’assessore comunale al dissenso espresso dai commercianti sull’organizzazione del 'Settembre Isernino'. Per l’amministrazione “Si prefigura l’eventualità che alcune manifestazioni specie se grandi e prolungate, non potranno aver luogo nella parte antica della città”



ISERNIA. ‘Settembre Isernino’ e polemiche: non si è fatta attendere la replica dell’assessore comunale Eugenio Kniahynicki al dissenso manifestazione dall’associazione dei commercianti e artigiani sull’organizzazione di alcuni eventi nella parte antica della città.

La scorsa settimana, nella sede del Comune, si è tenuta una riunione fra i rappresentanti della menzionata associazione e quelli dell’ente, “durante la quale – si legge nella nota di Palazzo San Francesco - i primi hanno fatto presente come gli eventi che in questi giorni si susseguono nel centro storico, soprattutto allorquando si svolgono di giovedì e di sabato, creino problemi a causa dello spostamento dei mercati e per l’istituzione di prolungate limitazioni alla circolazione stradale, con negative ripercussioni sugli incassi. Al termine della riunione, gli amministratori comunali, sempre attenti alle istanze dei cittadini, si sono impegnati, per il futuro, a tener conto delle problematiche segnalate, ma per quanto riguardava gli eventi già programmati la cosa appariva ben più difficile poiché erano stati autorizzati da tempo, risultando al momento pressoché impossibile riconsiderarne lo svolgimento (luoghi e orari)”.

"Se per un verso i predetti commercianti e artigiani hanno sempre chiesto di incentivare il numero di iniziative nel centro storico – ha precisato l’assessore comunale Eugenio Kniahynicki –, da un altro verso se ne lamentano giacché, a loro dire, soprattutto in alcune date, ciò causerebbe meno vendite e meno ricavi. Va da sé che ogni evento, soprattutto dopo le recenti disposizioni nazionali riguardanti lo svolgimento di manifestazioni pubbliche, porta molti benefici ma anche qualche disagio.

Privacy Policy