Cinque mesi senza commissario alla sanità, Tedeschi: “Chiediamo i danni al Governo”

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il consigliere dei Popolari pensa ad una class action per rivendicare quanto perso dal Molise in questo periodo di ‘vacatio’ e attacca il Movimento Cinque Stelle


CAMPOBASSO. Reduce da un incontro istituzionale in materia di sanità, finalizzato alla stipula di un accordo di confine tra Campania e Molise per la riattivazione del SS Rosario di Venafro, il consigliere dei Popolari Antonio Tedeschi torna sull’ormai famigerata questione del commissario ad acta, non lesinando attacchi al Movimento Cinque Stelle, e, in merito alla mancata nomina dello stesso, manifesta la volontà di favorire una class action per chiedere i danni al Governo.

“Pur di andare contro il presidente Toma, che sta governando in favore dei cittadini, - afferma caustico l’esponente dei Popolari in una nota - i pentastellati preferiscono un costoso commissario esterno (alla faccia del risparmio!). Non solo. Si preferisce modificare una norma per ripristinare l’incompatibilità degli incarichi piuttosto che seguire la legge. Una legge, la 232 del 2016 (comma 395), che consente ai presidenti di Regione di ricoprire anche il ruolo di commissari ad acta per la sanità in presenza di un Piano di rientro e che è in vigore dal 27 marzo 2007.

Faccio notare ai parlamentari pentastellati – incalza Tedeschi - che sono proprio loro a personalizzare questa ‘battaglia’, e non il nostro governatore, che vorrebbe solo venire incontro ai bisogni dei cittadini, conoscendo molto bene il territorio, le problematiche e la situazione sanitaria in Molise. Consiglierò oggi stesso al presidente Toma di chiedere i danni al Governo, favorendo anche una class action da parte dei cittadini molisani, perché da mesi si stanno creando problemi enormi ai servizi, alle persone e all’intero sistema sanitario regionale.

Siamo bloccati da chi a Roma, probabilmente, - conclude - non ci conosce affatto e pensa che ci arrenderemo a questa e altre ingiustizie che penalizzano per l’ennesima volta il nostro Molise”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings