Università a Isernia: il palazzo della Curia ricomincia dai nuovi laureati in Infermieristica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Continua la riqualifica del centro storico. E Di Baggio annuncia su Facebook il ritorno del progetto volto a portare gli uffici regionali a palazzo Jadopi


ISERNIA. Giunge stamattina dalla pagina Facebook dell’assessore Roberto Di Baggio una buona notizia: le prossime sedute di laurea dei ragazzi di Scienze infermieristiche verranno discusse nel palazzo storico della Curia vescovile di via Mazzini, ‘storica’ sede universitaria del centro di Isernia che torna a nuovo vigore dopo anni di inattività.

“È una notizia che tanti concittadini aspettavano da anni – commenta Di Baggio, sempre dal suo profilo - “Finalmente il centro storico della città torna a ripopolarsi dei giovani universitari che nei giorni del 24 e 25 ottobre prossimi potranno discutere le Tesi di Laurea nella splendida cornice del Palazzo storico di via Mazzini. Un primo, importante risultato dopo mesi di lavoro, di incontri e di sopralluoghi, che hanno consentito di fare un passo avanti nel progetto più ampio di rilancio di questa zona della città, per troppo tempo abbandonata a sé stessa. La cerimonia di consegna delle pergamene ai nuovi laureati sarà un momento anche simbolico di consegna dei locali ai nuovi ragazzi che si sono immatricolati al Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche per l'anno accademico appena avviato e che a breve potranno finalmente seguire le lezioni in locali dignitosi e al centro della città”.

Un risultato che l’assessore attribuisce all’intero team: “Sono soddisfatto di questo primo traguardo raggiunto grazie ad un proficuo lavoro di squadra, che si inserisce in un più ampio progetto di rilancio del centro storico, a beneficio delle attività commerciali e artigianali che resistono nel centro storico tra mille difficoltà, di tanti nuovi piccoli imprenditori e artigiani che, si spera, vorranno investire in nuove attività, restituendo vita e dignità ai tanti locali chiusi e abbandonati nei vicoli e nelle piazze. In questa occasione voglio ricordare la persona a cui va attribuito tutto il merito per essere stato l'ideatore ed artefice del progetto di dotare Isernia del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche ad Isernia, il compianto carissimo amico Giovanni Cefalogli, che ci ha creduto sin dal primo momento, ha costruito passo dopo passo quella che da un'idea è diventato un fiore all'occhiello per la nostra città, per cui è sentito e doveroso il mio ricordo ed apprezzamento più accorato ed affettuoso”.

Ma Di Baggio ha anche un altro annuncio da fare, che riguarda Isernia e uno dei suoi edifici più rappresentativi: la ripresa di un vecchio progetto dell’amministrazione Melogli, mai andato in porto. “Anticipo che il Presidente Toma sta lavorando in Regione per riaprire un altro Palazzo Storico ormai con catene e lucchetti quasi arrugginiti, ovvero Palazzo Jadopi, che necessita di importanti lavori di ristrutturazione e risanamento, ma che potrà essere destinato ad accogliere, presumibilmente, gli Uffici regionali, con ulteriore positiva ricaduta in termini di decoro urbano, attrazione turistica culturale e ripresa economica della nostra città”.

Lanciatissimo quindi l’assessore all’istruzione, che si propone come la vera alternativa politica in città con il suo gruppo ‘Isernia Migliore’ che dopo l’arrivo di Irma Barbato e Maria Cocozza sta rinforzando le proprie fila ogni giorno.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings