Scuola e mondo del volontariato insieme, un percorso didattico e valoriale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Scuola e mondo del volontariato i due poli che si uniscono, coinvolgendo gli studenti, le famiglie, i genitori, gli insegnanti; tanti i progetti che saranno realizzati e che passeranno al vaglio di un gruppo di coordinamento regionale che si occuperà di organizzare le varie iniziative fondate sulla cultura della solidarietà, della legalità, dell’educazione alle relazioni comunitarie solidali.

Gruppo composto da due rappresentanti del Ufficio scolastico regionale e da altrettanti componenti individuati dal presidente del Csv. Il gruppo controllerà la corretta applicazione del protocollo che si sostanzia nella realizzazione di formazione e orientamento al valore educativo e di cittadinanza dell’attività di volontariato; all’attivazione delle reti istituzionali affinché entrino in sinergia per poter raggiungere gli obiettivi, all’individuazione delle modalità di certificazione delle esperienze di volontariato al fine del loro riconoscimento come credito formativo, ad orientare gli studenti alla costruzione di scelte solidali che abbiano ricadute positive sul percorso individuale, sulla comunità scolastica e sulla collettività. Scopi da perseguire anche l’istituzione di reti interistituzionali con soggetti pubblici e privati, valorizzazione delle esperienze di sportello scuola-volontariato e altre forme di integrazione tra i due mondi che entrano in sintonia dandosi reciprocamente supporto.

I due referenti del protocollo, Anna Paola Sabatini e Gian Franco Massaro, hanno sottolineato entrambi come la presenza della Regione Molise, attraverso i due assessori Di Baggio e Mazzuto, rappresenti un messaggio importante all’interno di un contesto nuovo che assume un doppio valore, didattico e valoriale.

Entrambi gli assessori hanno rimarcato, ognuno per le competenze istituzionali che rappresentano, come tale iniziativa entri nel mondo del sociale ma anche in quello del lavoro e di come questi due ambiti non siano distanti.

Proprio oggi dovrebbe essere pubblicato il catalogo della formazione professionale dell’era Toma con una dotazione iniziale di 4,5 milioni di euro. Lo ha annunciato in conferenza proprio l’assessore competente, Roberto Di Baggio, il quale – dando seguito a quanto spiegato nel corso di una precedente conferenza stampa incentrata proprio sulle novità del settore formativo – ha anche ricordato che a breve sarà pronto anche il catalogo dedicato alla formazione delle professionalità da impegnare nel turismo, con una dotazione di circa 3 milioni di euro. E poi i 5 milioni dedicati alla messa a norma dei laboratori per realizzare efficacemente i percorsi di alternanza. “Investire nell’istruzione ci darà una classe dirigente migliore” ha chiosato Di Baggio.

L’assessore Mazzuto ha invece ricordato l’importante lavoro necessario per concretizzare il Piano Sociale, un obiettivo importante all’interno di quel mosaico che il protocollo siglato oggi vuole costruire. “La Regione è impegnata assieme al Csv a portare al tavolo della struttura la bozza di Piano che vedrà al suo interno la collaborazione con la Scuola e con l’Ufficio scolastico regionale: è un veicolo che ‘costa meno’ ma che produce risultati maggiori”.

Il ‘mutuo soccorso’ fra scuola, istituzioni e mondo del volontariato concretizza una sorta di ‘filiera del vivere civile’ di cui oggi forse più che mai si avverte il bisogno, attraverso la crescita consapevole e con l’obiettivo di interessanti e utili opportunità di lavoro.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale