Sfilata straordinaria dei Misteri il 2 dicembre: la ‘vestizione’ sotto i portici del Comune

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La manifestazione, che si svolgerà a partire dalle 15, si accompagnerà all’accensione delle luminarie natalizie, anticipata per l’evento


CAMPOBASSO. Trecento anni dalla nascita di Paolo Saverio Di Zinno, presentata l’uscita straordinaria dei ‘Misteri’, in programma per domenica 2 dicembre.

Gli ‘Ingegni’, senza personaggi, arriveranno alle ore 15 sotto il Comune e per la prima volta la suggestiva cerimonia della ‘vestizione’ si svolgerà in maniera pubblica, sotto gli archi di Palazzo San Giorgio, subito dopo la Messa, celebrata nella chiesa della Libera dal vescovo Giancarlo Bregantini.

Alle ore 17 partirà la sfilata, con un itinerario ridotto per evitare ai personaggi e ai portatori possibili problemi legati al freddo. Gli Ingegni attraverseranno viale Elena, via Verdone, corso Vittorio Emanuele e si posizioneranno di nuovo sotto il Municipio, per il messaggio del sindaco Antonio Battista e per la benedizione del vescovo Bregantini. Quindi tra le 18 e le 18.30 il rientro al Museo dei Misteri di via Trento, passando per via de Attelis e via Milano.

misteri2Per la manifestazione attesi a Campobasso, oltre a tantissimi turisti, anche degli ospiti importanti, tra sindaci di altre città e funzionari ministeriali. Una procedura volta a facilitare il riconoscimento ai Misteri, da parte dell’Unesco, di ‘Beni patrimonio dell’umanità’. Anticpazioni fornite in una conferenza stampa che si è svolta questa mattina a Campobasso.

Accanto al sindaco, al vescovo Bregantini e al presidente dell’Associazione ‘Misteri e tradizioni’ Liberato Teberino, gli assessori Maria Pia Rubino e Lidia De Benedittis e il presidente della Commissione cultura Giovanna Viola, oltre a tanti consiglieri e amministratori comunali, che Battista ha voluto ringraziare tutti, “perché non sempre, come per questa iniziativa, si raggiunge l’unanimità”.

Così come è stata condivisa la decisione di anticipare al 2 dicembre l’accensione delle luminarie natalizie, tradizionalmente prevista per il giorno dell’Immacolata. Luminarie che accenderanno il passaggio dei 13 Ingegni, che per la prima volta sfileranno fuori dal contesto del Corpus Domini, per rendere omaggio al loro ideatore Paolo Saverio Di Zinno.

“Vogliamo rafforzare l’identità della nostra terra – ha detto il sindaco Battista – e suscitare un sentimento d’orgoglio per un evento che si preannuncia bellissimo. E’ ovviamente anche il doveroso tributo a un artista che ha saputo lavorare il ferro e il legno, materiali di questo territorio, per farne macchine arrivate fino ai giorni nostri”.

Macchine processionali trasportate da Napoli a Campobasso e proprio per questo realizzate in materiali leggeri, ha detto Teberino, che ha poi anticipato i dettagli dell’uscita del 2 dicembre. Un momento straordinario atteso dai cittadini di Campobasso, ha concluso il vescovo Bregantini, che ha anche anticipato l’imminente uscita di un libretto sulle statue del Di Zinno.

Il 3 dicembre, giorno della nascita dell’artista, (la sfilata è stata organizzata il 2 per la coincidenza con la domenica) alle 18.30 ci sarà una Messa solenne in Cattedrale, seguita da un concerto al Teatro Savoia. Il programma completo degli appuntamenti, che si incrocerà con le feste natalizie, sarà invece illustrato nei prossimi giorni.

C.S.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale