Trasferimento del terminal bus all’Anagnina, la Lega ‘chiama’ i consiglieri regionali ad azioni di protesta

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’indignazione di Aida Romagnuolo: "Sono con l’assessore Niro qualsiasi iniziativa intenda prendere. Ormai ci trattano peggio di una colonia africana".


CAMPOBASSO. La questione del trasferimento del terminal bus alla stazione Anagnina continua a suscitare dissenso e reazioni di protesta.

Anche la Lega, con il consigliere regionale Auida Romagnuolo in testa, interviene nel dibattito e accusa i colleghi di essere “stranamente silenti” contrariamente agli abruzzesi.

“Credo – spiega in una nota stampa – che non si possa ignorare che un simile provvedimento dal quale, peraltro, non si evince con chiarezza se sia definitivo o temporaneo : andrà inevitabilmente a peggiorare le condizioni di migliaia di pendolari. Senza dimenticare, la carenza delle infrastrutture ferroviarie e la vetustà dei treni destinati alla nostra Regione tra i più vecchi d’Italia e che determinano tempi di percorrenza che sono francamente antistorici. Sono pronta ad appoggiare l’assessore Niro su qualunque iniziativa si intenda prendere, anche a fare le barricate, pur di salvaguardare i cittadini molisani. E’ davvero intollerabile che si possa decidere addirittura di peggiorare le condizioni della sola modalità che ad oggi consente di raggiungere la capitale in tempi accettabili”.

L’indignazione del consigliere della Lega è palpabile. “Ormai ci trattano peggio di una colonia africana. Al Molise danno solo briciole ed inoltre stanno facendo di tutto per toglierci anche la dignità, cosa questa per noi irrinunciabile, perché io lotterò sempre per difendere il nostro Molise e i molisani. La decisione del Comune di Roma di trasferire alla stazione Anagnina il Terminal bus ubicato attualmente nei pressi della più funzionale e fruibile stazione Tiburtina, andrebbe ancora una volta a penalizzare pesantemente i cittadini molisani e, nello specifico, coloro che intendono o debbano necessariamente avvalersi della mobilità collettiva per trasferimenti verso la capitale, imputabili a motivi di studio, di lavoro o per esigenze sanitarie”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings