Gam, la luce in fondo al tunnel: firmato il verbale che precede la cassa integrazione

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Si avvia a conclusione la delicata vicenda che coinvolge 262 lavoratori, la soddisfazione del presidente Toma che ha seguito tutti gli iter e oggi ha partecipato al Tavolo presso il Ministero del Lavoro


CAMPOBASSO. La notizia tanto attesa è arrivata: firmato a Roma il verbale di esame congiunto delle parti datoriali, sindacali e della Regione Molise. Documento indispensabile e propedeutico al decreto di concessione della cassa integrazione per i 262 lavoratori Gam.

L’obiettivo, quindi, è quasi raggiunto. La riunione, come è noto, si è tenuta a partire da mezzogiorno presso la sede del Ministero del Lavoro, alla presenza del presidente della Regione, Donato Toma, dell’assessore regionale alle Politiche del Lavoro, Luigi Mazzuto, delle rappresentanze sindacali e delle parti datoriali.

La notizia arriva il giorno dopo l’assise monotematica sulla vertenza Gam, che si è tenuta ieri, e dopo ore convulse e di apprensione per la individuazione degli iter più corretti da seguire. “Sono stato sempre convinto – dice il governatore Toma – che avremmo firmato il verbale di esame congiunto, dopo che nella giornata di lunedì scorso l’Autorità di vigilanza del Ministero dello Sviluppo economico aveva approvato la proroga del contratto d’affitto di ramo d’azienda che era, sostanzialmente, la condizione necessaria per poter arrivare al successivo step di oggi. Si era poi evidenziato un problema di natura tecnica, che siamo riusciti a superare grazie all’impegno e alla disponibilità dei diversi attori coinvolti”.

Gioco di squadra, forza del dialogo e del confronto, disponibilità a fare, ciascuno per la propria parte, un passo indietro ma soprattutto tanta fiducia nelle istituzioni: questi gli ‘ingredienti’ secondo il governatore Toma che hanno consentito di arrivare, passo dopo passo, alla firma di oggi.

“Ringrazio – chiosa il presidente – quanti in questi giorni hanno lavorato alla soluzione del problema, il Consiglio regionale per l’ordine del giorno votato, gli amministratori di Gam e Solagrital per essere riusciti a trovare il giusto compromesso fra le loro esigenze contrattuali, le forze sindacali per il prezioso lavoro di ricucitura svolto fra parti datoriali e dipendenti, ma soprattutto i lavoratori che, nel giro di poche ore, sono riusciti ad attivarsi e a fornire la documentazione utile a sbloccare la situazione”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale