Frana di Pietracatella: soluzione vicina, il viadotto si farà

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’assessore Niro rassicura Micaela Fanelli che ha portato la questione in Consiglio regionale: studio di fattibilità terminato, esito positivo dalla Conferenza dei servizi. Ora attenzione alta sull’impegno economico che deve essere confermato nel piano 2019-2021. Servono 40 milioni


CAMPOBASSO. Come anticipato ieri, relativamente ai lavori del Consiglio regionale, l’assessore Vincenzo Niro non solo ha comunicato la tempistica per la consegna dei lavori del Polo Scolastico di Agnone ma anche approfondito la questione, annosa, della Fondovalle del Tappino e nella fattispecie della frana di Pietracatella.

La sollecitazione è arrivata dalla mozione di Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla, consiglieri regionali del Pd. E’ stata proprio la Fanelli, che la questione la conosce bene anche perché ‘pendolare’ , ad illustrarla e a sottolineare più volte la questione sicurezza che riguarda tutti quelli che come lei la percorrono quotidianamente. Inoltre, giova ricordarlo, la Ss 645, è l’unica arteria che collega il Molise alla Puglia. L’attenzione su quel movimento franoso che peggiora con le precipitazioni invernali e che non è sanabile, è stata alta anche nel corso della passata legislatura ad opera del consigliere Salvatore Ciocca.

Nel dibattito è intervenuto anche il portavoce del Movimento 5 Stelle Fabio De Chirico che ha rimarcato la indispensabilità dell’opera, non solo rispetto a quanto detto dalla collega ma anche in un’ottica di rilancio dell’area del lago di Occhito.

La risposta dell’assessore Niro ha convinto Micaela Fanelli che ha ritirato la mozione, come già anticipato ieri.

“Intanto è una buona notizia per il Fortore e per il Molise anche perché il Consiglio regionale si è mostrato compatto nel discutere la mozione presentata dal Partito Democratico e nel raccogliere la nostra richiesta di dare seguito al progetto di realizzazione del viadotto indispensabile per bypassare la frana lungo la statale 645 ‘Fondovalle Tappino’ in territorio di Pietracatella.

fanelli e armani anas

L’impegno preciso del Governo regionale in tal senso – spiega ancora Micaela Fanelli - mi rende particolarmente felice e prosegue lungo la strada tracciata il 24 ottobre 2017 nel Comune di Riccia, quando l’allora presidente di Anas Gianni Vittorio Armani (nella foto, ndr) assunse l’impegno formale di finanziare il progetto di bypass della frana. Dopo tante battaglie condotte negli anni al fianco dei sindaci e dei cittadini che quotidianamente percorrono la più importante arteria stradale di collegamento tra Campobasso e la Puglia, oggi, finalmente, lo studio di fattibilità è stato ultimato e la conferenza di servizi ha dato esito positivo.

Ringraziamo l’assessore regionale Vincenzo Niro per l’attenzione dimostrata e tutto il Consiglio, concordi nel mantenere alta l’attenzione affinché il Ministero delle Infrastrutture e l’Anas appostino le necessarie risorse (40 milioni di euro) nel piano triennale 2019\2021, confermando l’interesse all’opera di tutta la Regione Molise”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings