Zuccherificio, ex lavoratori allo stremo: “Regione sorda, basta con le proteste pacifiche”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’annuncio del Comitato, in vista della scadenza della mobilità. Annunciato un irrigidimento dei rapporti con la parte politica e azioni eclatanti sotto il Consiglio regionale



CAMPOBASSO. Zuccherificio, le risposte non arrivano e gli ex dipendenti dello stabilimento annunciano azioni di protesta.

“Dopo aver subito la prima scadenza della mobilità a giugno 2018, ed in prossimità della scadenza di dicembre 2018 – ha fatto sapere il Comitato – i lavoratori sono ancora in attesa di soluzioni da parte del Governo regionale, che è sordo alle richieste di aiuto dei suoi cittadini, nonché ex dipendenti della partecipata, di cui ha una grave responsabilità politica. Per questo non assicurano più un pacifico confronto con la parte politica, responsabile dei ritardi e del disinteresse dimostrato, verso l'annosa vicenda che li riguarda”.

“La nostra presenza presso il Consiglio regionale – ha aggiunto il Comitato - non sarà più cordiale e civile come le precedenti sessioni. Stanchi d'inutili promesse e giochi di potere politico, si aspettano risposte certe, nel rispetto della dignità di ogni lavoratore”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings