Commissario e subcommissario, ancora indiscrezioni: un ex generale della Finanza e una esperta in materia sanitaria

Commissario e subcommissario, ancora indiscrezioni: un ex generale della Finanza e una esperta in materia sanitaria

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Consiglio dei Ministri potrebbe riunirsi domani. Intanto continua la polemica sulle dichiarazioni della Grillo e sulla replica di Toma. Interviene il portavoce De Chirico: ipocrisia dilagante, è ovvio che il governatore, eletto con i voti di Patriciello, debba difendere il proprio ruolo


CAMPOBASSO. Forse il gran giorno è arrivato. Il Consiglio dei Ministri dovrebbe riunirsi domani e quindi le nomine del Commissario ad acta e del sub commissario dovrebbero essere davvero questione di ore.

Il condizionale, come ormai accade da mesi, è d’obbligo: la ridda di indiscrezioni sui nomi e sui ruoli precedentemente assunti è al centro dell’attenzione mediatica da tempo.

Fonti beneinformate si dicono certe, però, che nel corso del CdM di domani finalmente si conosceranno le identità dei due ‘tecnici’ che prenderanno 'in cura' la sanità regionale. Un ex generale della Finanza e una esperta in materia sanitaria.

Le ipotesi che circolano sembrano trovare conferma nelle dichiarazioni del portavoce in Consiglio regionale Fabio De Chirico (nella foto, ultimo a destra, ndr) pubblicate nel pomeriggio sul suo blog. Il consigliere regionale polemizza a distanza con il governatore Toma che, come è noto, si è irritato e non poco nel leggere le recenti dichiarazioni del ministro Giulia Grillo.

5 stelle in consiglio1

“Mi domando come si possa pensare di chiedere le scuse al ministro Grillo perché il suo Ministero e quello delle Finanze hanno deciso di scegliere una figura di legalità come Commissario ad acta – scrive De Chirico - Non apprezziamo le figure di legalità? Non ci piacciono i due tecnici esperti in materia sanitaria e non va bene che uno dei due sia anche un ex generale della Finanza? Ci fa schifo che in una delle centinaia di interviste la Grillo ci abbia accumunato a Calabria e Campania con le parole ‘problemi giudiziari’?

A me invece continua a non piacere l’ipocrisia dilagante. E’ palesemente ovvio – attacca De Chirico - che un presidente della Regione, che ha vinto le elezioni con quei voti in più garantiti dalla lista Patriciello, debba difendere a tutti i costi la propria posizione a capo della maggioranza ed è anche ovvio che questa pseudo vacatio del commissario oggi diventi un suo alibi per le inefficienze gestionali attuali e domani lo diventerà per quelle future”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy