Pd, candidature per la segreteria regionale. Spunta l’outsider: Michele Durante

Pd, candidature per la segreteria regionale. Spunta l’outsider: Michele Durante

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il presidente del Consiglio comunale di Campobasso sarebbe fra i papabili per le Primarie del 3 marzo prossimo assieme all’ormai certo Stefano Buono e al consigliere regionale Vittorino Facciolla. Anche il sindaco di Campobasso Battista sarebbe stato 'tentato'


CAMPOBASSO. Manca un giorno all’ora x del Partito Democratico del Molise. Sabato mattina, alle 12, scatta la corsa alle candidature per la segreteria regionale.

Primarie che, come è noto, si terranno il prossimo 3 marzo in concomitanza con quelle per l’elezione del segretario nazionale.

Lo scenario italiano è molto fluido: in testa nei sondaggi Nicola Zingaretti ma Maurizio Martina cresce e recupera così tanto che, fra i due e in base all’ultimo sondaggio, ci sono solo 5 punti di distacco. Il risultato, quindi, potrebbe non essere così scontato come da previsioni, soprattutto da quanto Marco Minniti è uscito di scena. In attesa comunque delle decisioni di Matteob Renzi, sia chiaro.

E in Molise, che aria tira? Di certo, l’aver ‘accorpato’ le primarie regionali e nazionali in un solo giorno aiuterà. E non poco.

stefano buono

Il primo candidato in corsa, uscito allo scoperto già qualche settimana fa, è Stefano Buono (nella foto a sinistra, ndr), capogruppo al Comune di Venafro e componente della direzione regionale del Partito. Questa mattina alle 11 terrà una conferenza stampa per presentare ufficialmente la candidatura a segretario regionale. Ha dichiarato già di sostenere, nella corsa italiana al ruolo di segretario del Pd, il presidente della Regione Lazio.

.

Si dice certo, ma non al 100%, e comunque intenzionato a partecipare alla vita politica del proprio partito, il consigliere regionale Vittorino Facciolla, ex vicepresidente della Giunta regionale e che gode di un ottimo consenso in termini di voti. Ha sempre dichiarato che il prossimo segretario regionale del Pd dovrà essere ‘riconoscibile’ e in questi mesi di opposizione a Palazzo D’Aimmo non ha mai fatto mancare un suo intervento, sempre puntuale ma soprattutto (per quel che interessa l’argomento di oggi) politicamente ben identificabile.vittorino

Vittorino Facciola (nella foto a destra, ndr) ha anche dichiarato, più di una volta, che ove mai dovesse esserci unità di intenti su di un solo candidato alla segreteria che sia in grado di fare sintesi, non avrebbe alcuna difficoltà a sostenerlo, in nome di una necessità politica che risulta essere più importante del partecipare in prima persona. Con lui, di certo, l’ex segretario Micaela Fanelli (attualmente ‘compagna di banco’ in Consiglio regionale) e senza ombra di dubbio l’ex presidente Paolo di Laura Frattura e anche molti volti storici del Pd, quando ancora non si chiamava così.

Già anticipato proprio da Isnews tempo addietro, l’ipotesi di trovare un candidato che faccia sintesi e unità attorno al proprio nome potrebbe trovare una concretezza con Antonio Battista, sindaco di Campobasso e presidente della Provincia. Da indiscrezioni si apprende che ci starebbe riflettendo su, nella considerazione – non secondaria – che fra cinque mesi si riproporrà all’elettorato della sua città. Ma c’è un ma. Ed è il limite imposto dal regolamento del Partito: durante l’esercizio del loro mandato istituzionale non sono candidabili alla carica di Segretario regionale i Presidenti di regione e dei Consigli regionali, gli Assessori regionali, i Presidenti di provincia, i Sindaci delle città capoluogo di regione e di provincia. Un problema che però potrebbe essere superato da una richiesta di deroga, ove mai però non ci fossero altri candidati in corsa.

battista 1

Se il nome e la figura politica di Antonio Battista (nella foto a sinistra, ndr) riusciranno a fare sintesi e di conseguenza i candidati faranno un passo indietro, a quel punto scatterebbe la richiesta di deroga che non potrebbe che essere accolta posto che, appunto, ci sarebbe solo un papabile in corsa.

E Roberto Ruta, che cosa fa? Sentito a telefono, dopo qualche schermaglia scherzosa in nome della vecchia amicizia, chiude la telefonata ridendo: “Saprai tutto fra 24 ore”. Frase troppo sibillina per non creare curiosità.

Ed ecco che tra le indiscrezioni spunta anche quella che rappresenterebbe, se confermata, una decisa novità: potrebbe esserci anche Michele Durante  (nella foto a destra, ndr) fra i candidati alla segreteria regionale del Pd.

michele1

La presenza del presidente del Consiglio comunale di Campobasso, che alle passate elezioni regionali è stato candidato con ‘Liberi e Uguali’, ove mai confermata, rappresenterebbe di certo un deciso passo verso un Partito democratico più ‘aperto’ ad altre esperienze politiche (sempre comunque gravitanti nel centrosinistra) e di fatto sarebbe, la risposta molisana, all’appello all’unità che venne dalla piazza durante la manifestazione dello scorso 30 settembre.

Ma nulla è già deciso.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy