‘Resto al Sud’, contributi per gli under 46 che aprono nuove imprese in Molise

‘Resto al Sud’, contributi per gli under 46 che aprono nuove imprese in Molise

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Gli incentivi previsti dalla manovra del Governo rivolti anche ai professionisti


CAMPOBASSO. Novità per ‘Resto al Sud’, l'incentivo del Governo Conte, gestito da Invitalia, per sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno: in Molise, Abruzzo, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La possibilità di fruire delle agevolazioni, finora riservate solo agli under 36, con la Legge di Bilancio 2019 è stata infatti estesa anche agli under 46 e ai liberi professionisti. Previsti finanziamenti fino a 50mila e sgravi fino al 100% sulle nuove assunzioni giovanili.

A poter beneficiare delle agevolazioni potranno essere, ad esempio, i professionisti, ex dipendenti di uno studio, che vorranno aprire un’attività propria o chiunque voglia uscire da una situazione di precariato o lavoro irregolare. Più in generale si offre una possibilità a chi vuole investire sulle proprie competenze, ma ha difficoltà a reinserirsi nel mercato del lavoro.

I liberi professionisti che intendono accedere all'incentivo, nei 12 mesi che precedono la richiesta di agevolazione a Invitalia, non dovranno essere titolari di partita Iva, per un'attività analoga a quella proposta per il finanziamento. E dovranno mantenere la sede operativa nelle regioni del Mezzogiorno interessate.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy