A Campobasso piazza Piersanti Mattarella, omaggio al fratello del Capo dello Stato, vittima della mafia

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

La proposta del capogruppo Udc Michele Ambrosio approvata dalla Commissione cultura. Lo spazio individuato è l’area dietro il Palazzo di Giustizia, in corrispondenza di corso Bucci


CAMPOBASSO. Campobasso rende omaggio a Piersanti Mattarella, fratello del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ucciso in un agguato mafioso, domenica 6 gennaio 1980. Dopo l’intitolazione ai magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino di piazza Savoia, la città di Campobasso dedicherà una piazza anche a Mattarella, un uomo delle istituzioni democratiche, consigliere comunale, consigliere e assessore regionale e poi presidente della Regione Sicilia. Le cui indagini costituirono proprio l'ultimo atto investigativo di Giovanni Falcone, depositato il 9 marzo 1991.

La proposta di intitolazione della piazza, formulata dal consigliere comunale Michele Ambrosio ed approvata all’unanimità dalla Commissione Cultura nella seduta del 30 novembre (in attesa di formalizzazione da parte della Giunta) è ricaduta sull’area antistante il Palazzo di giustizia, in corrispondenza con corso Francesco Bucci, sia per la contiguità ‘politico-istituzionale’, sia per la vicinanza alla sede municipale di palazzo San Giorgio. Ma anche per la valenza simbolica del massimo presidio di giustizia, qual è il tribunale del capoluogo di regione, intesa anche come monito alla lotta contro le mafie e contrasto ad ogni forma di illegalità.

“È del tutto evidente – ha precisato il capogruppo Udc Ambrosio - la necessità di riqualificare e valorizzare l’area in questione (di proprietà comunale) circostanza che si sarebbe dovuta concretizzare per l’inaugurazione prevista inizialmente per domenica 6 gennaio, giorno della commemorazione dell’assassinio dell’onorevole Piersanti Mattarella”. Magari alla presenza del presidente della Repubblica, che è stato già in visita a Campobasso nell’aprile del 2016. E che potrebbe tornare , quando la città renderà omaggio al fratello.