Piscina comunale a Isernia, il presidente Toma dice sì e ‘tira fuori' 2 milioni di euro

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Approvate questa mattina, in Giunta regionale, le richieste di finanziamento per la realizzazione dei nuovi impianti nel capoluogo di provincia e al centro sportivo Varazi di Bojano. La soddisfazione del sindaco d'Apollonio e dell'assessore Matticoli: grazie all'attenzione del governatore, Isernia avrà un impianto modernissimo e funzionale. Il consigliere regionale della Lega, Mena Calenda, rimarca lo spessore politico e  umano di Toma che aveva promesso di risolvere l'annosa questione. "Questa è la politica del fare che ci permetterà di rilanciare il territorio".


ISERNIA. Finalmente Isernia avrà la sua nuova, moderna e funzionale piscina. La Giunta regionale ha dato il via libera alla costruzione di due nuovi impianti, sia nel capoluogo di provincia che a Bojano.

Su proposta del presidente Toma, l’Esecutivo che si è riunito questa mattina ha accolto le richieste di finanziamento avanzate dai due comuni molisani, rispettivamente di due milioni di euro per la “Demolizione e ricostruzione della piscina comunale in località Le Piane” nel Comune di Isernia e di un milione e 900mila euro per la “Realizzazione della piscina comunale all’interno del Centro sportivo Varazi in località Monteverde” nel Comune di Bojano.

toma2

“La realizzazione dei due impianti – ha spiegato il presidente Toma – si inserisce in un contesto più ampio finalizzato a qualificare i servizi complementari alle attività scolastiche. Il loro utilizzo, infatti, deve essere inquadrato nell’ambito dell’offerta formativa ed educativa delle scuole. Altro aspetto importante che abbiamo considerato per la fruizione delle piscine – ha continuato - è l’attenzione particolare verso quei nuclei familiari in condizioni di fragilità economica e sociale che, altrimenti, non potrebbero permettersi la pratica sportiva dei propri figli a pagamento. Non va dimenticato che il nuoto costituisce un’attività motoria completa, i cui effetti benefici si fanno sentire a livello fisico e psicologico. Va detto, infine, che la realizzazione dei due impianti contribuirà a creare poli di attrazione scolastica per eventi e manifestazioni di carattere regionale ed extraregionale".

Il sindaco di Isernia, Giacomo d'Apollonio, e l'assessore comunale allo sport, Antonella Matticoli, hanno immediatamente espresso la loro più viva soddisfazione.

"La scorsa estate – hanno detto d’Apollonio e Matticoli – il Comune aveva inoltrato alla Regione la richiesta di finanziamento per un progetto di demolizione e ricostruzione della piscina comunale. Il nostro obiettivo principale, infatti, non era quello di riaprire la vecchia struttura, ormai obsoleta e inadeguata rispetto ai criteri della federazione italiana nuoto, ma quello di consegnare alla città un impianto completamente nuovo e ampliato, omologabile secondo i regolamenti federali e utilizzabile anche per gare di livello nazionale.


dapollonio statuto

Ringraziamo il presidente Toma – hanno aggiunto il sindaco e l’assessore – che ha dimostrato, in fase di programmazione regionale, grande attenzione per Isernia con la concessione di risorse finanziarie davvero considerevoli, e instaurando con la nostra amministrazione una sinergia proficua, basata su una perfetta corrispondenza di intenti. Il progetto proposto appariva a molti troppo ambizioso, ma noi abbiamo sempre creduto nella sua validità, e con noi la giunta e l’intera maggioranza consiliare che ringraziamo per il sostegno dato all’approvazione dell’opera. Per il Comune, il finanziamento ottenuto è motivo di grande soddisfazione, poiché Isernia si arricchirà d’una imponente opera pubblica – hanno concluso d’Apollonio e Matticoli –. La città avrà un impianto sportivo modernissimo e funzionale, che sarà messo a disposizione dei cittadini ma anche e degli istituti scolastici, per consentire agli studenti di accedere facilmente all’attività natatoria, che è una delle più complete e formative fra le discipline motorie".

Anche il consigliere regionale della Lega, Filomena Calenda, plaude la decisione dell'Esecutivo di finanziare i due moderni impianti sportivi da realizzare ad Isernia e Bojano.

"Una notizia attesa da tempo dagli sportivi, e in generale dai cittadini, delle due città. Entrambe, infatti, grazie all’impegno della giunta, avranno due strutture in grado di rispondere alle esigenze della popolazione, compresi coloro che hanno specifiche problematiche di salute e per le quali necessitano di svolgere attività motorie in impianti natatori.

mena calenda

Tale provvedimento dimostra, inoltre, lo spessore politico e umano del presidente Donato Toma. Nei mesi scorsi, infatti, per quanto riguarda la piscina di Isernia, aveva preso parte a un incontro con il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio e al quale anche io ero presente. In quell’occasione aveva assicurato che avrebbe stanziato i fondi per risolvere l’annoso problema inerente la vecchia struttura di località Tremolicci. Promessa mantenuta. E’ questa la politica del fare che bisogna mettere in atto per rilanciare il nostro territorio".

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings