Disco verde al Piano qualità dell'aria. Tedeschi: ora maggiori controlli su piana di Venafro e valle del Volturno

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lo strumento di pianificazione è passato anche con il voto del Partito Democratico, Facciolla rimarca: è identico a quello al quale ho lavorato io nella passata legislatura e di questo ne sono felice


CAMPOBASSO. Il Consiglio ha varato il Piano Regionale Integrato per la Qualità dell’Aria Molise . Anche i consiglieri del Partito Democratico hanno votato a favore.

“Approvazione necessaria e non più rinviabile - ha commentato il consigliere regionale Antonio Tedeschi, relatore del Piano in III Commissione - anche per non sottoporre la Regione Molise al rischio di incappare nelle sanzioni dell’Europa. Il via libera del Consiglio regionale - continua - rappresenta un passo decisivo nella programmazione delle misure volte a tutelare la qualità della nostra aria”.

Il P.R.I.A.Mo., infatti, è uno strumento di pianificazione che si pone l’obiettivo di raggiungere livelli di qualità che non comportino rischi o impatti significativi per la salute umana e per l’ambiente.

“La sua approvazione in Consiglio ci consentirà ora di lavorare concretamente al raggiungimento di tale obiettivo. Colgo l’occasione per ribadire che il mio impegno in materia di ambiente – dice ancora l’esponente dei Popolari per l’Italia - prosegue a 360 gradi, con particolare attenzione verso le aree che presentano maggiori criticità, come quella della Piana di Venafro e dell’intera Valle del Volturno. A breve, lo ricordo, sarà discusso in Consiglio regionale l’ordine del giorno da me presentato e mirato ad escludere la centrale termoelettrica Herambiente, operante in territorio di Pozzilli, dall’elenco degli inceneritori strategici di preminente interesse nazionale, come previsto dal cosiddetto Decreto Sblocca Italia.

Molto presto - conclude - saranno resi noti i dettagli di un progetto al quale da mesi sto lavorando, insieme al governatore Toma, che interessa il venafrano e che punta ad abbattere i livelli di inquinamento nella stessa area”.

In merito all’inquinamento della Piana di Venafro e della Valle del Volturno, alta l’attenzione sia da parte del consigliere Scarabeo che del Movimento 5 Stelle che ha presentato (e poi ritirato perché la trattazione non sarebbe avvenuta stasera, ndr) un ordine del giorno collegato che puntava a implementare i controlli ambientali.

Vittorino Facciolla, consigliere del Partito Democratico, che nella passata legislatura deteneva la delega all’ambiente, ha commentato: “Il Consiglio Regionale ha approvato il piano regionale di tutela dell'aria. È l'ultimo documento di programmazione in materia di tutela ambientale che mancava alla nostra Regione. Personalmente, già da assessore competente, mi impegnai a lavorare sul documento oggi approvato, al punto tale che, nella seduta odierna, in consiglio, abbiamo approvato quello che venne licenziato nel maggio 2017 dalla giunta Frattura, lo stesso, proprio lui, identico e preciso. E ne sono felice perché mi rende felice sapere che, da oggi, la salute dei molisani possa essere meglio tutelata e garantita!”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings