Asilo degli orrori, Calenda (Lega): videosorveglianza nelle strutture dove ci sono bimbi, anziani e disabili

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il consigliere regionale commenta il terribile episodio di cronaca e comunica che la proposta di legge prevede l’installazione di telecamere di sicurezza in 142 luoghi sensibili come asili, scuole materne, case di riposo e cura


ISERNIA. Sdegno, rabbia e urgenza di dare risposte alle esigenze di sicurezza. Filomena Calenda non ha aspettato un attimo, dopo aver appreso della terribile notizia di cronaca che ha coinvolto due maestre della scuola per l’infanzia statale di Venafro. “Presenterò presto una proposta di legge per installare sistemi di sorveglianza in tutti gli istituto che hanno a che fare con soggetti deboli come anziani, bambini e disabili.

“Nel congratularmi con gli inquirenti e con le madri coraggio che hanno denunciato quanto accadeva ai propri figli, non posso che manifestare la mia vicinanza alle famiglie delle vittime di maltrattamenti e, al contempo, la mia preoccupazione per quanto accaduto. Questo evento testimonia quanto sia importante dotare di telecamere di videosorveglianza tutti quegli istituti che hanno a che fare con soggetti deboli .

A tal proposito, così come già avvenuto in Regione Lombardia, nei mesi scorsi, grazie alla collaborazione con l’assessore regionale alle Politiche Sociali, Luigi Mazzuto, abbiamo inserito nelle linee programmatiche regionali l’adozione di servizi di videosorveglianza in tali strutture.

Tale programmazione oggi si sta concretizzando attraverso una mia proposta di legge regionale che a breve presenterò in IV Commissione e che prevede proprio l’installazione di sistemi di videosorveglianza all’interno di 142 strutture ‘sensibili’ quali asili, scuole materne e case di riposo e cura. Il progetto è quasi ultimato e il Presidente della Giunta Regionale, Donato Toma, da me contattato, ha più volte manifestato la volontà di rendere al più presto esecutivo tale provvedimento. Stiamo lavorando sulla parte della dotazione finanziaria e, in tal senso, abbiamo già interpellato gli Uffici regionali preposti.

Una volta che la proposta di legge sarà approvata sarà istituito un elenco pubblico, consultabile sul sito internet istituzionale della Regione Molise, in cui saranno indicate tutte le strutture, pubbliche e private, che aderiranno a tale progetto e si doteranno di avanzi sistemi di videosorveglianza. Subito dopo la presentazione del progetto ci occuperemo della seconda fase, ossia la concertazione con i sindacati di categoria.

Basta violenze negli asili e nelle case di riposo: oggi abbiamo tutti gli strumenti per prevenire un fenomeno così grave e debilitante per coloro che lo subiscono”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Change privacy settings