Test antidroga ai consiglieri regionali, Calenda si astiene e Greco vota no. Scarabeo attacca: grillini a due facce

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Licenziata questa mattina dalla Prima Commissione consiliare la proposta di legge che obbliga ai controlli causali e periodici. Ora la parola passa al Consiglio regionale


CAMPOBASSO. Test antidroga per i consiglieri regionali, la parola passa al Consiglio regionale. La Prima Commissione consiliare, infatti, ha licenziato a maggioranza il testo legislativo avente ad oggetto “obbligo per i Consiglieri e Assessori della Regione Molise, di sottoporsi a test antidroga casuali e periodici".

Nella votazione si è astenuto il Consigliere Filomena Calenda, ha invece espresso voto contrario il consigliere Andrea Greco.

“Spiace dovere sottolineare, con un po’ di incredulità, - spiega il consigliere regionale Massimiliano Scarabeo - l'astensione della collega Calenda che era anche tra i firmatari del testo legislativo. Non mi stupisce, invece, il no del consigliere Greco, che dimostra ancora una volta la sua incoerenza con i fatti.

Il Movimento 5 Stelle – attacca Scarabeo - continua a mostrare due facce, una a livello nazionale e una a livello regionale. Tralasciando le polemiche, si può tranquillamente affermare che questo, oltre ad essere un risultato importante, è anche un significativo passo in avanti sulla strada della trasparenza e della legalità che i rappresentanti delle istituzioni devono seguire nel delicato rapporto tra politica e cittadino.

I drug test rappresentano un impegno serio da parte di chi ha sulle spalle la responsabilità di assumere decisioni nell’interesse generale della collettività. Il Molise sarà la prima Regione italiana a legiferare in materia e potrà essere un esempio, visto che molte altre, hanno già chiesto copia della legge. Per il momento voglio ringraziare i membri della Prima Commissione consiliare per aver licenziato il testo in tempi brevi, anche se l'auspicio è che anche il Consiglio regionale possa votarlo il prima possibile, visto che la mia proposta di legge regionale è stata già ampiamente condivisa dai colleghi di Palazzo D’Aimmo".

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings