Fascicolo sanitario elettronico, Toma: “Utilizzarlo è nell’interesse dei cittadini”

Fascicolo sanitario elettronico, Toma: “Utilizzarlo è nell’interesse dei cittadini”

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Si tratta di uno strumento su cui consultare tutta la storia della propria vita sanitaria, per migliorare la qualità dei servizi offerti e agevolare l’assistenza. L’attivazione è comunque facoltativa


CAMPOBASSO. Nei mesi scorsi, tramite un progetto coordinato dalla Regione Molise, il Sistema sanitario regionale ha dato il via all’istituzione del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse).

Il fascicolo è uno strumento online attraverso cui ogni cittadino molisano può tracciare e consultare tutta la storia della propria vita sanitaria, condividendola con i professionisti sanitari che concorrono al percorso di cura. L’iniziativa ha come scopo il miglioramento della qualità dei servizi sanitari regionali ed è finalizzata ad agevolare l’assistenza del cittadino.

Il Fascicolo sanitario elettronico raccoglie in unico punto, in formato digitale e in modo automatico, sicuro e riservato, i dati e le informazioni sanitarie che costituiscono la storia clinica e di salute di ogni cittadino. Al suo interno ci sono i documenti prodotti dalle strutture del Servizio sanitario nazionale.

L’attivazione del Fascicolo è facoltativa. Ogni persona può decidere, in piena libertà, se fornire il consenso all’istituzione/alimentazione del documento  online e alla sua consultazione. Vi si accede direttamente dai siti istituzionali della Regione Molise e dell’ASReM, tramite credenziali personali che garantiscono la totale privacy dell’utente.

Attraverso il Fse sarà possibile, una volta attivato, alimentare e consultare tutte le informazioni insieme al proprio medico di Medicina generale, direttamente da casa propria o da qualsiasi applicativo digitale. Al fine di potenziare l’utilizzo del Fascicolo mediante una chiara e precisa informazione dedicata alla cittadinanza, la Regione Molise, attraverso la Direzione generale per la Salute e l’ASReM, ha realizzato una brochure e un poster, che saranno distribuiti nelle prossime settimane presso i Servizi dell’Azienda sanitaria regionale.

“Stiamo investendo in tutti i processi che coinvolgono il potenziamento della sanità digitale attraverso le risorse del POR FESR FSE 2014 – 2020 – ha dichiarato il presidente Toma - La piena attivazione del registro tumori, la definizione delle procedure di gara per il nuovo Centro unico di prenotazione regionale, il recente Sistema integrato di laboratorio unico regionale sono alcuni esempi di come la Regione Molise stia puntando sull’innovazione quale supporto ai percorsi di cura dei cittadini, anche attraverso risorse dell’Agenda Digitale per il Molise".

“Riteniamo – l’auspicio del governatore - che questo ulteriore strumento digitale possa rappresentare il fulcro attorno a cui far gravitare le informazioni di ognuno di noi, allo scopo di migliorare la salute di tutti. Ad oggi, però, sono appena 8.000 circa i cittadini che hanno deciso di metterlo in funzione. È quindi importante – ha concluso - che ogni molisano attivi il proprio Fascicolo. Per questo motivo, la Struttura regionale ha concepito una brochure e un poster dedicati che, ci auguriamo, possano concorrere, in maniera strategica, ad incentivarne l’uso”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy