Bagno di folla per il Premier Conte a Campobasso: “Facciamo sistema per lo sviluppo del Molise”

Bagno di folla per il Premier Conte a Campobasso: “Facciamo sistema per lo sviluppo del Molise”

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Lo ha detto il presidente del Consiglio dei Ministri, oggi in Molise per promuovere un contratto istituzionale di sviluppo. No a interventi calati dall’alto, ma calibrati sui territori, ha precisato il capo del Governo, che poi si è fermato con i cittadini, che lo hanno atteso due ore per stringergli la mano e scattargli una foto. E lui di certo non si è tirato indietro



di CARMEN SEPEDE

CAMPOBASSO. Selfie e bagno di folla davanti alla Prefettura. Si è concluso così l’incontro del presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Campobasso.

“Sono in questa regione – ha detto Conte rivolgendosi ai giornalisti – per promuovere un contratto istituzionale di sviluppo. Vogliamo intervenire nelle aree disagiate del Paese che hanno bisogno di uno stimolo, di un intervento anche del Governo centrale. Bisogna fare sistema, pubblico e privato insieme, per una strategia di sviluppo integrata".

"Non è un progetto che nasce dall'alto e da qui vuole calarsi - ha aggiunto il Premier -  La Presidenza del Consiglio dei Ministri vuole essere da stimolo al sistema locale, per proporre progetti radicati nel territorio, sostenibili e plausibili. Non ha senso costruire plafond di spesa e poi elaborare i progetti. Bisogna avere prima le idee e poi i finanziamenti, le risorse ci sono e verranno ripartite in base alle idee".

“Faremo di tutto – ha quindi precisato - per programmare un intervento in grado di favorire la crescita economica e lo sviluppo sociale del territorio. Noi ci siamo e dall’entusiasmo che ho raccolto oggi, dalla presenza numerosa degli amministratori locali e dei rappresentanti delle varie categorie, sono convinto che anche il Molise saprà rispondere all’altezza”.

E’ arrivato presto Giuseppe Conte a Campobasso. Intorno alle 9, in macchina da Roma e non in elicottero – le condizioni meteo di questa mattina non consentivano la partenza del mezzo – ha raggiunto piazza Prefettura. All’inizio gremita solo di giornalisti, poi piena di cittadini, che hanno atteso due ore per stringere la mano al Premier e farsi un selfie con lui. E lui non si è negato di certo.

Presidente, sono una sua fan – ha gridato una donna – sono venuta anche al suo paese, Volturara Appula, per vederla”. Garbato e cordiale con tutti Conte si è avvicinato. “Presidente, come faccio a farmi una foto con lei?”. E lui. “Signora, il selfie glielo scatto io”. La ricetta di un presidente che i cittadini sentono vicino a loro. 

Privacy Policy