Altro che reddito di cittadinanza, ci vuole quello per la maternità. Il Popolo della Famiglia presenta la proposta di legge

Altro che reddito di cittadinanza, ci vuole quello per la maternità. Il Popolo della Famiglia presenta la proposta di legge

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Assieme al coordinatore De Carli anche i consiglieri comunali di ‘Democrazia Popolare’, Francesco Pilone e Marialaura Cancellario. Il PdF sarà presente anche alle prossime amministrative


CAMPOBASSO. Reddito di maternità e impegno in prima fila nelle prossime elezioni europee e amministrative.

Il Popolo della Famiglia Molise in conferenza stampa insieme ai consiglieri comunali di Democrazia Popolare, Pilone e Cancellario, per presentare la proposta di legge d’iniziativa popolare alla quale, virtualmente, ha partecipato anche il Presidente della regione Molise, Donato Toma, intervenuto telefonicamente per sostenere l’iniziativa del reddito di maternità come un’opportunità di scelta in più, una proposta concreta ed efficace per le donne che desiderano occuparsi esclusivamente dei figli.

I consiglieri Pilone e Cancellario hanno spiegato alcune delle iniziative concrete a sostegno della famiglia e della donna madre attuate in questi anni di esperienza amministrativa all'opposizione e si sono detti perfettamente in linea con il sentire e con l’agire del PdF offrendo anche il loro aiuto concreto per le raccolte firme.

Presente il coordinatore del PdF per il nord Italia, De Carli, che ha illustrato in cosa consiste il Rdm: “Si tratta di uno stipendio per la mamma alla nascita del proprio figlio quantificato in 1000 euro al mese esentasse per otto anni rinnovabile ogni volta che nasce un altro figlio. Lo stipendio diventa vitalizio alla nascita del quarto figlio o di un figlio disabile. Attraverso quest’iniziativa , il Popolo della Famiglia vuole riconoscere il primato del ruolo sociale della mamma con lo scopo di garantire la libertà di scelta della donna madre. Si tratta di una proposta di libertà – ha concluso -: la donna può decide di tornare a lavoro come le viene garantito dal codice di diritto al lavoro o restare a casa e fare la mamma a tempo pieno”.

De Carli, in funzione anche di delegato del PdF ai rapporti con l’Europa, ha concluso presentando le line guida del programma per le prossime elezioni europee: per essere presenti alle quali in tutta Italia il PdF dovrà raccogliere 150.000 firme.

La casa politica in Europa per il PdF è il Ppe affianco ad Orban e a sostegno delle sue sette misure volte a spronare i propri concittadini a far figli ed a proteggere la famiglia.

Il Popolo della Famiglia, inoltre, sarà presente anche alle elezioni amministrative di Campobasso in accordo con civiche e realtà dell’associazionismo locali

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy